Concerto Vasco Modena: la bufala dei sex toys e della statuetta di Padre Pio tra gli oggetti smarriti

Oltre un migliaio gli oggetti personali smarriti, e non solo i classici come chiavi e cellulari: ma era una bufala

da , il

    Concerto Vasco Modena: la bufala dei sex toys e della statuetta di Padre Pio tra gli oggetti smarriti

    BUFALA. Tantissimi gli oggetti smarriti durante il concerto di Vasco Rossi al Modena Park. Oltre migliaia. Tra questi non solo i classici come chiavi e cellulari ma anche sex toys. Tre le aziende chiamate a ripulire la vasta area del Modena Park, invaso da 220.000 persone per il mega concerto con cui Vasco ha festeggiato 40 anni di carriera.

    LA SCALETTA DEL CONCERTO DI VASCO A MODENA

    Dopo l’evento, ovviamente, rifiuti, cartacce e bottiglie abbandonate per terra. Ma non solo. Anche tantissimi oggetti personali smarriti. Ecco la lista fornita dal Messaggero: 111 smartphone; tre tablet, 1.200 mazzi di chiavi; 670 paia di occhiali; 120 confezioni di preservativi; 70 scarpe; un pigiama; due stampelle; 29 felpe; 60 reggiseni; due materassini gonfiabili; oltre 2mila euro tra diversi portafogli; una confezione di dodici assorbenti per adulti incontinenti; 33 sacchi a pelo, persino un rolex.

    Gli oggetti più strani? Una statuetta in legno di Padre Pio ma, soprattutto, dei sex toys. Ben 28 sex toys. Che dire: qualcuno avrà preso alla lettera il ritornello «fammi godere» della canzone Rewind.

    Ma è una bufala

    Ci siamo cascati anche noi. La bufala era stata montata ad arte da una pagina Facebook poco attendibile. Alcuni quotidiani come il Messaggero l’hanno riportata senza controllare. La conferma che si tratta di una bufala è arrivata dal comune di Modena, che ha chiarito che a occuparsi della pulizia è stata solo una ditta (e non tre) e che nessuno degli oggetti strani citati è stato ritrovato.