Igor il russo Vaclavic a processo il 13 luglio con la banda di Ivan Pajdek

Ultime notizie su Igor il Russo, alias Norbert Feher: Igor Vaclavic figura tra le persone a processo con la banda Pajdek per tre rapine violente commesse nell'estate del 2015 a Villanova, Bosco Mesola e Coronella.

da , il

    Igor il russo Vaclavic a processo il 13 luglio con la banda di Ivan Pajdek

    Igor il russo, soprannominato così anche se di origine serba, andrà a processo il 13 luglio a Ferrara. Questo nonostante killer di Budrio sia ufficialmente latitante dallo scorso aprile, subito dopo aver ucciso – a distanza di pochi giorni – Davide Fabbri e Valerio Verri nelle campagne del ferrarese, in Emilia Romagna. Norbert Feher, alias Igor Vaclavic ha trascorso quasi 10 anni in carcere nel nostro Paese (in Italia è arrivato nel 2005) con l’accusa di avere preso parte a rapine violente con la banda Pajdek.

    IGOR ANCORA LATITANTE

    Secondo gli inquirenti il latitante Igor Vaclavic è certamente l’autore della rapina a Consandolo, dell’omicidio a Riccardina di Budrio e dell’uccisione di una guardia volontaria, ma prima di questi ultimi reati ha fatto parte, negli anni trascorsi, della banda di Ivan Pajdek, già condannato dalla Corte d’assise d’appello di Bologna lo scorso aprile, per l’omicidio di Pier Luigi Tartari avvenuto il 9 settembre del 2015 a Ferrara. I giudici hanno deciso per lui la condanna a 30 anni di carcere confermando la sentenza di primo grado (il processo si è svolto con rito abbreviato).

    LEGGI ANCHE QUELLA DOMANDA ALLA VEDOVA FABBRI: ‘PERCHE’ IGOR HA SCELTO IL VOSTRO BAR?’

    NORBERT FEHER RAPINATORE SERIALE

    Nell’estate del 2015 ci furono tre rapine commesse dalla banda Pajdek, composta da Ivan Pajdek, Patrik Ruszo, Constantin Fiti e Igor il russo, che all’epoca non era conosciuto come Norbert Feher ma come Igor Vaclavic. La prima rapina fu a Villanova di Denore ai danni del 45enne Alessandro Colombani, che venne rapinato e percosso a sangue, la seconda rapina fu eseguita a Bosco Mesola ai danni della 93enne Emma Santi (legata e imbavagliata e ritrovata in fin di vita nelle ore successive alla rapina), e la terza rapina fu svolta a Coronella, dove Cristina e il padre Giulio Bertelli vennero sequestrati in casa per ore. Pajdek, il capo della banda che uccise Tartari risponderà quindi anche dei precedenti colpi effettuati proprio con il latitante Norbert Feher.

    LEGGI ANCHE DUE AGENTI DEL CARCERE NEI GUAI PER AVER PARLATO DI IGOR

    IL PROCESSO A IGOR IL RUSSO NELLA BANDA PAJDEK

    Dopo l’omicidio Tartari, seguito dall’arresto di Pajdek, Ruszo e Constantin Fiti, fu lo stesso Paidek con le sue dichiarazioni a far luce sulle rapine precedenti chiamando in causa anche Norbert Feher, all’epoca conosciuto con l’alias di Igor Vaclavic, che nonostante la sua assenza ad Aguscello avrebbe però avuto un ruolo attivo nelle rapine di Villanova, Bosco Mesola e Coronella. La nuova udienza del processo alla banda Pajdek per questi fatti, ossia per le rapine dell’estate 2015 a Mesola, Coronella e Villanova, è stata fissato il 13 luglio a Ferrara. Su Igor il russo pende un mandato di arresto europeo.