Igor il Russo ultime notizie: carabinieri diffondono vademecum su come difendersi

Igor il Russo alias Norbert Feher alias Igor Vaclavic è ancora in circolazione. I Carabinieri a Molinella danno le istruzioni per difendersi dal killer di Budrio: ecco cosa fare se si incontra per strada il pericoloso omicida, o se entra in casa.

da , il

    Igor il Russo ultime notizie: carabinieri diffondono vademecum su come difendersi

    Ultime news su Igor il russo: Norbert Feher alias Igor Vaclavic è ancora a piede libero, magari rifugiato fra le campagne del centro-nord o addirittura fuori dai confini nazionali, nessuno lo può sapere. Il serbo ricercato per triplice omicidio e scomparso da due mesi nelle campagne tra Ferrara e Bologna sembra essere svanito nel nulla.

    Premesso che il colonnello Valerio Giardina ha spiegato che ancora sono in corso complesse attività investigative coperte dal segreto, è stato diffuso un vademecum in cui sono contenute chiare istruzioni su come comportarsi nel caso ci si trovi davanti al pericoloso killer di Budrio.

    COSA FARE SE SI INCONTRA IGOR IL RUSSO

    Igor il Russo – soprannominato così anche se è di nazionalità serba – è ancora braccato dalle forze dell’ordine che stanno continuando a cercarlo con serietà e determinazione nella ‘zona rossa’ tra Molinella, Argenta, Budrio e Portomaggiore, nonostante le tante segnalazioni false che hanno rallentato la caccia all’uomo. I cittadini della zona potrebbero ritrovarselo davanti all’improvviso, oppure l’uomo potrebbe fare irruzione in qualche casa isolata alla ricerca di viveri.

    Così i Carabinieri hanno diffuso un elenco di regole da seguire nel caso in cui si verifichi l’incontro, sia per strada che nella propria casa o anche nella ipotesi estrema che si venga presi in ostaggio.

    Limitate al minimo gli spostamenti, non aprite a chi non si qualifica, non lasciate l’auto aperta e in caso notiate qualcosa di strano in casa, un prosciutto o una botte spariti, non toccate nulla e chiamate i carabinieri.

    Se lo vedete per strada chiamate subito il 112, memorizzate più dettagli possibili e, senza rischiare, provate anche a filmarlo o fotografarlo. Se ve lo trovate davanti è sempre bene mantenere la calma, assecondarlo senza guardarlo negli occhi e non fare movimenti improvvisi.

    Poi le istruzioni si focalizzano sull’ipotesi di incontrarlo in casa propria e, nel caso si venga presi in ostaggio, occorre ricordarsi che l’obiettivo primario è rimanere in vita. Quindi se ci sono bambini chiedete a Igor di poterli portare in un’altra stanza, fate quello che vi dice senza contrariarlo e, appena possibile, avvisare le forze dell’ordine o chiedere comunque aiuto.

    In caso d’intervento delle forze speciali gettatevi a terra e copritevi la testa con le mani, stando lontani da porte e finestre.

    IGOR VACLAVIC E’ UN FANTASMA IN FUGA

    La popolazione della zona in cui le forze dell’ordine stanno cercando Igor Vaclavic, alias Igor il russo, è spaventata e stanca di vivere ancora nell’incertezza di non sapere che fine ha fatto l’uomo che ha ucciso la guardia ecologica Valerio Verri, a Portomaggiore, e il barista Davide Fabbri, a Riccardina di Budrio. In caso di avvistamento, le forze dell’ordine raccomandano di mantenere la calma e chiamare subito i carabinieri, “memorizzate come è vestito, che direzione ha preso e come si comporta”. E, ancora, “assecondate le richieste, evitate azioni che possono provocare l’uso delle armi, sopportate offese e umiliazioni”. Ma soprattutto è importante “fare rete e mettere in circolazione le informazioni”.

    LEGGI ANCHE: ‘HO FINTO DI ESSERE MORTO, COSI’ SONO SFUGGITO A IGOR’

    PROSEGUE LA CACCIA A NORBERT FEHER

    I carabinieri restano convinti che Igor, nonostante il tempo trascorso, sia ancora nascosto nella zona rossa. “Siamo convinti che si nasconda ancora qui, il dispositivo resta e nessuno smobilita”, ha assicurato il colonnello Andrea Desideri, che ha puntualizzato: “Si tratta di un territorio vasto e con molte zone isolate, i cittadini possono fornirci indicazioni utili”.