Emergenza rifiuti a Roma: è scontro tra Virginia Raggi e la Regione

A Roma è di nuovo emergenza rifiuti, con immondizia per le strade e cassonetti strapieni e puzzolenti. E con l'emergenza riparte la polemica politica e il gioco dello scaricabarile tra Virginia Raggi e la Regione Lazio

da , il

    Emergenza rifiuti a Roma: è scontro tra Virginia Raggi e la Regione

    A Roma è di nuovo emergenza rifiuti. Il problema dell’immondizia per le strade e dei cassonetti strapieni e puzzolenti non è mai stato risolto. Ciclicamente si ripresenta e, come sempre, riparte la polemica politica e il gioco dello scaricabarile. Per la Regione Lazio è colpa di Virginia Raggi, per la sindaca, che grida al sabotaggio, il responsabile è invece Nicola Zingaretti.

    L’emergenza rifiuti a Roma si può notare dalla monnezza sparsa per le strade, in particolare di Roma nord e Roma est. Cassonetti pieni che non bastano a contenere i rifiuti, gettati per terra su marciapiedi maleodoranti. I romani esasperati che, invece dei gattini, su Facebook postano le foto dei rifiuti nel loro quartiere. Finché qualcuno non esplode e va a bruciare direttamente cassonetti e rifiuti. Perché ci sono ancora tonnellate di rifiuti da smaltire.

    Gli operatori dell’Ama sono al lavoro, ma per risolvere l’emergenza rifiuti, come ha chiarito l’assessore all’Ambiente Pinuccia Montanari, serve tempo: «Ci vorrà ancora una settimana per tornare alla normalità». Il piano per gestire l’emergenza in settimana, entro domenica, è questo. Dallo scorso weekend gli operatori degli impianti Tmb lavorano tutta la giornata per liberarli dai rifiuti in attesa di smaltire i prossimi. Intorno ai cassonetti è stata predisposta una pulizia extra con più mezzi appositi. Questa settimana partiranno due treni pieni di rifiuti per l’Austria, e non più uno (dalla prossima forse tre).

    Emergenza rifiuti a Roma: polemica Regione-Campidoglio

    Ma non si placa la polemica politica tra Regione Lazio e Campidoglio, che giocano allo scaricabarile. «Il Campidoglio vari subito misure urgenti, i piani rivoluzionari possono essere entusiasmanti, ma la normale e ordinaria gestione ha bisogno di scelte concrete, rapide e risolutive», tuona Mauro Buschini, assessore regionale Ambiente e rifiuti. L’assessore all’Ambiente in Campidoglio, Pinuccia Montanari, risponde: «Renzi fa gli spot, in città nessuna emergenza. La situazione attuale sarà risolta in pochi giorni, abbiamo ereditato una situazione impiantistica molto fragile e quindi dobbiamo fare una programmazione seria. Ed è quello che stiamo facendo con il nostro piano».

    E Virginia Raggi, che nei giorni scorsi aveva gridato al sabotaggio di macchinari e impianti per lo smaltimento dei rifiuti, chiama in causa il presidente della Regione Zingaretti su Twitter.