Primo matrimonio single in Italia, Nello si sposa da solo: ‘Nessuno mi amerà come me stesso’

Nel napoletano Nello, parrucchiere single di 40 anni, ha deciso di sposarsi da solo, dedicando il suo amore all'Africa e alla beneficenza

da , il

    Primo matrimonio single in Italia, Nello si sposa da solo: ‘Nessuno mi amerà come me stesso’

    Un matrimonio inedito, come non si era mai visto in Italia, con tanto di festa a La Sonrisa, il castello del Boss delle Cerimonie. Nello Ruggiero, parrucchiere 40enne campano, è stato il protagonista del primo matrimonio single del nostro Paese. L’occasione è stata unica. Per festeggiare il suo 40° compleanno, Nello ha deciso di convolare a nozze da solo: la sua scelta è stata registrata dalle telecamere del programma che ha organizzato e seguito le nozze, trasmettendole nella puntata dello scorso 26 aprile. La scelta di Nello, originario di Sant’Antonio Abate, potrebbe sembrare egoista, ma in realtà è quanto di più altruista ci possa essere: la sua famiglia sarà la solidarietà. Nello infatti proseguirà l’operato di una zia, facendo beneficenza in Africa, in particolare in Benin.

    È stato lo stesso Nello a spiegare la sua scelta fuori dall’ordinario. Il matrimonio single è stata la più grande dimostrazione dell’amore verso se stesso, unica cosa che conta veramente per raggiungere la “tranquillità interiore”, come ha spiegato a Repubblica.

    La cerimonia è stata un po’ sui generis: mancando la dolce metà non c’è stato il classico momento del bacio, ma tutto si è svolto come da copione. Nello si è sposato da single anche per i propri genitori: unico non accoppiato di cinque figli, ha voluto dimostrare ai suoi di essere felice della propria condizione, senza sentire la necessità di essere in due per avere una vita piena e soddisfacente.

    Il suo gesto è stato anche un modo per lanciare una critica verso l’attuale società che fatica ad accettare un uomo single di 40 anni felice e soddisfatto di sé. Per di più, Nello ha già deciso a chi dedicare le sue energie migliori. Seguendo le orme di una zia missionaria, il 40enne ha conosciuto di persona la povertà di alcuni paesi africani, in particolare il Benin, promettendo di continuare l’operato dell’anziana parente dopo la sua scomparsa.

    Così, oggi ha mantenuto la sua promessa, organizzando spedizioni di container con il necessario per aiutare le popolazioni locali: la sua famiglia ora è il mondo intero.