Caso Yara, Massimo Bossetti ha una nuova difesa: ‘Potrebbe avere un fratellastro’

Secondo quanto rivelato dal settimana Oggi, Massimo Bossetti non sarebbe Ignoto 1 ma avrebbe un fratellastro nato da madre diversa

da , il

    Caso Yara, Massimo Bossetti ha una nuova difesa: ‘Potrebbe avere un fratellastro’

    Massimo Bossetti avrebbe una nuova difesa per il caso di Yara Gambirasio. Il muratore di Mapello, condannato all’ergastolo per l’omicidio della 13enne di Brembate avrebbe un fratellastro, nato dallo stesso padre, Giuseppe Guerinoni, ma da madre diversa, che sarebbe il vero Ignoto 1, colui cioè che ha lasciato tracce di Dna sui leggins e sugli slip di Yara. È quanto rivelato dal settimanale Oggi: Ester Arzuffi, la madre di Bossetti, non sarebbe quindi la madre di Ignoto 1 che sarebbe una seconda persona, diversa da Bossetti. La rivelazione del settimanale potrebbe arrivare anche nelle Aule del Tribunale. La difesa potrebbe usarla il prossimo giugno per tornare a chiedere una super perizia, sempre negata dall’accusa: le tracce lasciate da Ignoto 1 sugli indumenti di Yara hanno il “Dna monco”, cioè privo della parte mitocondriale che viene trasmessa in linea materna.

    Lo stesso Bossetti, a inizio aprile, aveva inviato una lettera ai giudici della Corte d’Assise d’Appello di Brescia che lo hanno condannato all’ergastolo per la morte di Yara Gambirasio. Nello scritto, reso noto dalla trasmissione “Quarto Grado” su Rete 4, il muratore di Mapello chiedeva di poter effettuare una super perizia sul Dna, affidandola a esperti terzi.

    Concedetemi la visione di tutti i reperti in possesso delle autorità competenti che ancora oggi alla mia difesa non è mai stata consentita la possibilità di visionare e garantitemi col massimo Vostro rispetto di poter effettuare una superperizia affidandola ad analisti che non siano né dell’accusa né della difesa, ma imparziali, affinché si possa fugare ogni ombra di dubbio e garantirvi la certezza nella mia innocenza ed estraneità ai fatti“, scriveva nella lettera Bossetti.

    Ora spunta un nuovo dettaglio. Oggi ha infatti riportato la notizia di un’intercettazione del 2012 tra la vedova e la figlia di Giuseppe Guerinoni, durante la quale la donna confidò un tradimento del marito. “Mi disse: Laura, scusami, ho fatto lo scemo“, sarebbero state le sue parole.

    Tra l’altro, la figlia sembrerebbe a conoscenza del fatto che Guerinoni donasse sperma a pagamento per inseminazioni artificiali. Questo dato farebbe il paio con quanto dichiarato da Ester Arzuffi, madre di Bossetti, in un’intervista a Luca Telese su La7, in cui disse di sospettare che Massimo e la gemella Laura Letizia potessero essere frutto di un’inseminazione artificiale.