Borgo Vercelli, sperona l’auto dell’ex moglie e l’accoltella: grave la donna

La donna è stata colpita più volte dall'ex marito, ora arrestato: l'uomo era diffidato e l'aveva minacciata anche su Facebook

da , il

    Borgo Vercelli, sperona l’auto dell’ex moglie e l’accoltella: grave la donna

    L’ha inseguita in auto, l’ha speronata e l’ha seguita a piedi, accoltellandola più e più volte. L’ennesimo episodio di violenza contro le donne arriva da Borgo Vercelli dove Fiorilena Ronco, 40 anni, è ricoverata in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli dopo aver subìto la folle violenza dell’ex marito, Maurizio Zangari. L’uomo non accettava la separazione dalla moglie, con cui ha avuto due figli di 16 e 22 anni. Era già diffidato e non poteva avvicinarsi a lei dopo le minacce e la violenza che continuava a far arrivare all’ex moglie. Sul suo profilo Zangari aveva scritto undici ore prima dell’agguato frasi terribili. “Donne di merda… vi ricordo una cosa sola: toglimi mio figlio e ti sfracello, non toccate il mio sangue“. E ancora: “Ridi ridi… al momento più bello che piangi…“. Queste parole e la dinamica dell’aggressione cancellano ogni dubbio sulla premeditazione del suo gesto: Zangari è solo l’ennesimo uomo capace di reagire con la violenza più cieca di fronte alla fine di una storia, non la vittima di un presunto “gesto inconsulto”.

    D’altra parte, la descrizione fatta dagli abitanti del paese del vercellese, coincide con quella di un uomo capace di accoltellare con assoluta ferocia l’ex moglie solo perché l’ha lasciato: Zangari viene descritto come un violento, quasi “ossessionato” dal quel rapporto finito da poco.

    È per questo che era stato diffidato e non poteva avvicinarsi né a lei né ai figli, a causa dei maltrattamenti e delle violenze che Fiorilena aveva dovuto subire, finché aveva trovato il coraggio di dire basta e lasciare il marito.

    Lui però non ne voleva sapere. Da Villata, dove abitavano come coppia, la donna si era trasferita dai genitori a Borgo Vercelli ed è lì che Zangari l’ha trovata, aspettandola in auto davanti al locale dove lei lavora: quando ha cercato di scappare in macchina, lui l’ha speronata e l’ha costretta a scendere per fuggire.

    Così, l’ha raggiunta a piedi e l’ha accoltellata con un grosso coltello da cucina, colpendola più volte al collo e all’addome. La donna è ora in gravissime condizioni mentre l’uomo è già stato fermato e portato in caserma dai Carabinieri.