Alatri, su Facebook centinaia di messaggi per la fidanzata

Ketty Lisi, la fidanzata del ragazzo ucciso ad Alatri fuori dalla discoteca, posta una foto su Facebook e sono centinaia le persone che condividono il dolore

da , il

    Alatri, su Facebook centinaia di messaggi per la fidanzata

    L’ha difesa con la vita. E lei su Facebook ha deciso di fargli l’ultimo regalo: la foto in cui sono insieme. Con un messaggio d’amore, a cui hanno risposto in centinaia, lasciando commenti in cui parlano di ingiustizia, di coraggio, di un lutto da superare con forza. Commenti in cui in tanti auspicano che i responsabili del brutale pestaggio e omicidio “marciscano in carcere per tutta la loro vita”.

    Ketty Lisi, la fidanzata di Emanuele Morganti, il ragazzo ucciso ad Alatri fuori dalla discoteca, sul suo profilo di Facebook ha scritto poche, ma significative righe per lui: “Questa è la foto che ti piaceva più di tutte amore mio. Non riesco ancora a realizzare tutto quello che è successo. Non meritavi tutto questo, non hai fatto niente di male. Una morte così. Ricordo uno dei tuoi ultimi messaggi di venerdì pomeriggio: “ti amo più di ogni altra cosa”…E continuerò a ricordarlo per sempre, come continuerò a ricordare anche te. Ti amo e lo farò per sempre. Il mio cuore ora sta lì con te. Ci rivedremo presto, ciao amore mio. La tua patata”.

    Amici, conoscenti: tutti si sono stretti intorno a Ketty. Più di 190 condivisioni del post e della foto, migliaia di reazioni, messaggi. Giorgio De Francesco scrive: “Ciao, io sono di Reggio Calabria. Ho seguito la vicenda e sono molto dispiaciuto per ciò che è successo. Voglio dirti solo che puoi contare su di me e che posso solo immaginare cosa stai passando. Anche io sto con una persona e non so cosa farei se dovessi perderla così. Comunque ti sono vicino anche se non ci conosciamo”. La solidarietà, su Facebook, è un filo che unisce tutto lo stivale.

    Chi era amico, si dispera: “Le poche volte che siamo usciti, ho potuto vedere che gli si illuminavano gli occhi quando ti vedeva. Gli rideva il cuore quando ti baciava e abbracciava. Era ovvio e visibile l’amore che c’era tra di voi. Ti sto vicina. Come ti ho già detto, qualsiasi cosa sono qui” scrive Sara Campoli. Francesca Roby è una “mamma” e le dice: “Non ti conosco, ma sono una mamma e un ragazzo così bello e giovane non può morire così…siete bellissimi tutti e due. Fatti forza”.

    Massimiliano Loiacono De Carlo spera nella giustizia: “Questa brutta storia mi ha toccato molto…ti faccio le mie più sentite condoglianze, fatti forza, vedrai che sarà fatta giustizia e quelle BESTIE avranno quello che si meritano”. Anna Lisa Carrozza chiede a Ketty di restare lucida: “Mi dispiace immensamente. Fermati e rifletti, renditi lucida e analizza ogni secondo di quella maledetta serata. Ogni dettaglio sarà prezioso per riferire agli inquirenti e fare giustizia per questo povero ragazzo. Forza e coraggio piccola”. Sono veramente tanti quelli che chiedono la certezza delle pena e che i responsabili non escano dal carcere in poco tempo. Ma sono altrettanti quelli che dicono di non credere in una pena esemplare.