Rigopiano: la sopravvissuta Giorgia Galassi insultata su Facebook

'Beh, adesso son pronte lei e la mamma per il programma della D'Urso, sta a vedere...'

da , il

    Rigopiano: la sopravvissuta Giorgia Galassi insultata su Facebook

    C’è chi della tragedia dell’hotel Rigopiano conserverà per sempre un brutto ricordo, ma potrà rallegrarsi del fatto di esserne uscito vivo. E’ il caso di Gloria Galassi, sopravvissuta insieme al fidanzato Vincenzo, dopo aver trascorso 58 ore al buio sotto la slavina, mangiando la neve. Tuttavia, la sua esistenza non sembra avere pace: sul suo profilo Facebook, sono comparsi numerosi insulti.

    Giorgia, non appena ha potuto, ha ringraziato i soccorritori e tutti coloro che hanno avuto un pensiero o una parola di conforto per lei. Lo ha fatto pubblicamente su Facebook, ma per gli utenti dei social, sempre più leoni, sembra non essere bastato. Qualcuno l’ha invitata ad avere maggior rispetto per le vittime e i familiari, qualcun’altro le dice che dovrebbe avere più tatto e altri ancora passano a commenti più pesanti: ‘Mi sembra di cattivo gusto postare la foto sorridente con gli altri dispersi sotto la neve’, è ciò che ha scritto un utente sotto a un post che riportava la storia di Gloria.

    Mentre sotto alla foto di un recente regalo ricevuto da un’amica londinese, un mazzo di fiori accompagnato da un regalo di Swarovski, un utente scrive inferocito: ‘Questa Giorgia al posto di ringraziare Dio e i soccorritori che la hanno salvata pensa a pubblicare le cazzate che ingrata e i miei compaesani invece sono morti che rabbia’.

    C’è chi incalza: ‘Miracolata ringrazia Dio e i soccorritori che ti hanno salvata la vita invece di pubblicare cazzate’, qualcuno prova anche a difendere Giorgia, ma gli internauti sono sempre più agguerriti: ‘Al posto suo avrei postato una preghiera per chi ancora è lì sotto, non una cosa di Swarosky’.

    Purtroppo non sembra esistere un limite alla crudeltà: ‘Beh, adesso son pronte lei e la mamma per il programma della D’Urso, sta a vedere…’.

    Dinanzi a tanta violenza verbale, chiudiamo con un commento in difesa di Giorgia, che riapre la speranza sull’esistenza della solidarietà: ‘…sei nata una seconda volta, hai avuto una seconda possibilità: vivi, sii felice per l’opportunità che hai avuto, sarà dura, resterà la cicatrice, ma sei viva! Auguri bimba bella!’.

    Giorgia ha comunque voluto ringraziare pubblicamente per le parole gentili ricevute da decine di utenti, e anche in questo post qualcuno l’ha incoraggiata a ignorare gli insulti: