Come rubano le biciclette: 10 consigli per salvare le due ruote

Come rubano le biciclette: 10 consigli per salvare le due ruote

Il decalogo del ciclistica fortunato

da in Cronaca, Furti, How to Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Come rubano le biciclette: 10 consigli per salvare le due ruote

    In Italia, alla scarsa sicurezza delle piste ciclabili, si aggiunge il problema dei continui e ripetuti furti delle due ruote. Come rubano le biciclette? I metodi sono diversi, ogni volta se ne aggiunge uno nuovo, pertanto, chi ha scelto questo mezzo ecologico per andare al lavoro, oppure per raggiungere la scuola, vive la quotidianità con estremo disagio. Noi abbiamo voluto stilare una sorta di decalogo del ciclista fortunato, ovvero colui che seguendo alcuni semplici consigli e accortezze, riesce ad avere la meglio sui ladri di biciclette.

    Pensate, soltanto a Milano, scompaiono più di 30 biciclette al giorno, che molto raramente vengono recuperate. Secondo i dati diffusi dalla FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, nell’ambito della 1° indagine nazionale sui furti di biciclette, in Italia, ogni anno, vengono rubate circa 320mila biciclette. Scoprite quindi come evitare di scendere sotto casa e rimanere a bocca asciutta, non appena vi siete resi conto che vi hanno rubato il vostro amato mezzo a due ruote.

    Per arginare al minimo il rischio di furto della vostra bici, fortunatamente esistono alcuni semplici trucchi che potranno farvi dormire sonni più tranquilli, piccoli accorgimenti che rendono la vita complicata ai ladri delle due ruote. Ecco di seguito il nostro decalogo del ciclistica fortunato:

    - LEGARE SALDAMENTE LA BICI: la prima cosa utile da fare è assicurarsi che la bicicletta sia ben legata al supporto dove avete deciso di ancorarla. Ricordate che è fondamentale legare la bici al punto prescelto per la parte resistente del mezzo e non per le parti facilmente rimuovibili come la sella o il manubrio.

    - SCEGLIERE UN BUON LUCCHETTO: evitate quelli a spirale che sono più facilmente manomettibili e optate invece per un lucchetto a ‘U’ oppure a ‘pitone’, che sono decisamente più sicuri. Poi scegliete anche un’ottima catena.

    - DARE UN ASPETTO ‘INVECCHIATO’ ALLA BICI: evitare di tirarla a lucido, piuttosto fatela sembrare un po’ più vecchia di quello che in realtà è, in questo modo dovreste almeno scoraggiare i ladri di nuove biciclette fiammanti.

    - ANNOTATE IL NUMERO DI TELAIO: scrivete in un posto sicuro il numero di telaio e fate anche una foto della bici. Sono due cose che vi torneranno sicuramente utili, dopo un eventuale furto, al momento dell’identificazione di un mezzo ritrovato.

    - INSERITE INFORMAZIONI NASCOSTE NELLA BICI: è un trucco davvero semplice, ma molto utile. Nascondete all’interno delle manopole o nel tubo della sella un foglietto su cui sono annotati tutti i vostri dati, o anche semplicemente il vostro nome.

    Anche in questo caso, potrà tornarvi utile, al momento di dover identificare un mezzo ritrovato, dopo una denuncia alle Forze dell’Ordine.

    - NON LASCIARE MAI LA BICI SENZA PROTEZIONI: si tratta di un principio che può sembrare banale, tuttavia è basilare. Potete acquistare i migliori lucchetti e le catene più sicure, ma se poi pensate di poter lasciare la vostra bici incustodita, quando andate dal tabaccaio, soltanto perché ci impiegate pochi minuti, avete perso in partenza! Non dovete mai pensare che possa rimanere slegata: partite dal presupposto che dietro a ogni angolo c’è sempre un ladro pronto a rubare una bici.

    - PARCHEGGIATE IN ZONE AFFOLLATE: legate la vostra bici sempre in vie o piazze in cui transitano molte persone, cosicché il ladro non possa agire con calma e indisturbato. Evitate invece i vicoli e i posti nascosti e abbandonati.

    - LASCIATE LA BICI PRIVA DI ACCESSORI: una volta legata la bicicletta, portate con voi ogni accessorio o dettaglio che possa essere facilmente rubato. Ad esempio il contachilometri, la borsa da cicloturismo, la borraccia etc…

    - DENUNCIATE L’EVENTUALE FURTO: non lasciate mai che il fattaccio decada nel vuoto, sporgete sempre regolare denuncia alle Forze dell’Ordine. E’ un buon modo per contribuire alla lotta contro i furti.

    - NON ACQUISTATE UNA BICI IN LUOGHI NON ‘UFFICIALI’: acquistare una bicicletta per strada o in luoghi non autorizzati ufficialmente alla vendita, significa alimentare proprio il mercato delle due ruote rubate. Scegliete sempre negozi sportivi o i grandi magazzini.

    743

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaFurtiHow to Cronaca
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI