Rifiuta le avances della massaggiatrice, viene picchiato e sequestrato

Rifiuta le avances della massaggiatrice, viene picchiato e sequestrato

Denunciati titolare, direttrice e massaggiatrice del centro massaggi

da in Aggressioni, Cronaca, News Cronaca, Reati, Sequestri di persona
Ultimo aggiornamento:
    Rifiuta le avances della massaggiatrice, viene picchiato e sequestrato

    Un uomo di 60 anni è stato sequestrato e picchiato in un centro di massaggi cinesi, per aver rifiutato le prestazioni sessuali proposte con insistenza dalla massaggiatrice. L’incredibile vicenda è accaduta a Busto Arsizio, nella serata di lunedì 18 dicembre, ed è stata scoperta dai Carabinieri che sono intervenuti su segnalazione di una persona che aveva udito delle urla provenire dal centro massaggi.

    I militari della stazione di Busto Arsizio, dopo aver effettuato alcuni accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà i tre cittadini cinesi che lavoravano nel centro massaggi, per i reati di sequestro di persona, violenza sessuale, lesioni personali e porto ingiustificato di armi od oggetti atti ad offendere.

    I tre denunciati sono due donne, la massaggiatrice di 40 anni e la direttrice 45enne del centro massaggi, e un uomo (anch’egli 45enne), il titolare. Tutti e tre si trovano su territorio italiano in regola.

    La vittima invece, è un pensionato della provincia di Varese, che aveva pensato di rivolgersi al centro massaggi, con la speranza di risolvere un ordinario problema di schiena.

    L’uomo, una volta entrato nel centro, ha chiesto un tradizionale massaggio, tuttavia sin da subito l’atteggiamento della massaggiatrice è stato inequivocabilmente di carattere erotico: l’obiettivo era chiaramente quello di indurre il cliente ad accettare una prestazione sessuale. Il pensionato però non accetta il gioco e non solo rifiuta la proposta a luci rosse, ma decide di andarsene senza nemmeno più accettare il massaggio richiesto.

    Purtroppo però l’uomo non riesce ad averla vinta, infatti viene subito minacciato e percosso dalla direttrice del centro e, successivamente, dal titolare con un martello da lavoro. Poi è stato chiuso a chiave all’interno del locale massaggi, che era privo di finestre.

    Il pensionato ha continuato a urlare e fortunatamente, dopo 45 minuti, qualcuno l’ha sentito e ha chiamato i Carabinieri, che sono immediatamente intervenuti per liberare la vittima.

    Un volta liberato, l’uomo ha denunciato il personale del centro massaggi. I Carabinieri di Busto Arsizio, hanno svolto diversi accertamenti, dopo aver sequestrato il martello utilizzato per le minacce e gli indumenti di carta che la massaggiatrice voleva far indossare al cliente.

    Il malcapitato ha riportato soltanto qualche leggera escoriazione, frutto della colluttazione con i tre cinesi.

    I Carabinieri stanno inoltre svolgendo accertamenti più approfonditi, al fine di verificare la reale attività svolta dal centro massaggi sotto accusa.

    458

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AggressioniCronacaNews CronacaReatiSequestri di persona
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI