Berlusconi in ospedale: controlli in corso al San Raffaele

'Fibrillazione atriale e battito irregolare nei giorni del referendum'

da , il

    Silvio Berlusconi, stamane, si è recato all’ospedale San Raffaele di Milano, per degli accertamenti, sotto la supervisione del suo medico curante, il primario di anestesia e rianimazione Alberto Zangrillo.

    L’ex presidente del Consiglio, a causa del battito irregolare del suo cuore, registrato negli ultimi giorni, dovrebbe essere sottoposto a degli esami per valutare proprio il ritmo cardiaco: ‘Stiamo ultimando le ultime verifiche, sarà a breve dimesso. E’ stato un po’ di stress causato dal coinvolgimento psicofisico degli ultimi 15 giorni’, ha spiegato il Prof. Zangrillo. Si tratta di un breve ricovero in day hospital, che dovrebbe concludersi già entro la serata, senza alcun tipo di complicazione.

    ‘Siamo di fronte a un macchina di Formula 1: straordinaria, ma che ha bisogno di essere controllata. In questo caso, stiamo facendo un piccolo check ai box’, ha aggiunto con un filo di ironia Zangrillo, sempre a proposito degli esami in corso.

    L’importante intervento al cuore di sostituzione della valvola aortica, a cui l’ex premier è stato sottoposto, risale ormai a 6 mesi fa.

    Berlusconi era stato al San Raffaele per una visita di controllo, circa un mese fa e in quell’occasione all’uscita, aveva detto ai giornalisti, rassicurandoli: ‘Bene bene, è tutto a posto. Mi hanno detto che è tutto a posto’.