Professoresse che vanno a letto con gli studenti

Professoresse che vanno a letto con gli studenti
da in Cronaca, Reati, Violenza sui minori
Ultimo aggiornamento: Sabato 19/11/2016 07:17

    Prof scandalo 150x150

    Molto spesso leggiamo, soprattutto nelle notizie di cronaca internazionale, di professoresse che seducono o sono sedotte da studenti adolescenti. Il fascino proibito di una relazione del genere miete vittime tra i banchi di scuola, e spesso provoca nelle persone una sorta di disappunto, fino a scuotere le coscienze più morigerate e puritane che sono pronte a gridare allo scandalo. L’adolescenza è una delle età più delicate, dove la curiosità verso le nuove esperienze della vita si mescola spesso all’ingenuità. Proprio per questo motivo, gli adulti (e quindi anche e a maggior ragione i docenti, maschi e femmine) dovrebbero discretamente accompagnare questa fase della crescita dei giovani, senza imporre la propria personalità. Le relazioni tra prof e studenti, invece, sono sempre più frequenti, e anche se molte volte i minorenni coinvolti sono consenzienti, scatta inesorabilmente, per gli adulti, l’accusa di violenza sessuale su minore. Di casi del genere ce ne sono davvero tanti: vediamo di seguito i più recenti e eclatanti.

    Nicole Aymond

    La 45enne insegnante di baseball, Nicole Aymond, è stata arrestata il 12 novembre 2016 con l’accusa di cattiva condotta sessuale per aver avuto rapporti sessuali con tre alunni di età compresa tra i 17 e i 18 anni. La donna ha ammesso le sue responsabilità, ma non è stata accusata di violenza sessuale in quanto i ragazzi erano consenzienti e avevano oltrepassato la soglia dei 17 anni. La docente, inoltre, ha spedito ai giovani diverse foto osé in cui appare senza veli. Distrutto si è dichiarato il marito della donna, un insegnante di educazione fisica che lavora nella stessa scuola di Nicole, un liceo di Port Barre, in Louisiana (Stati Uniti).

    prof sexy

    La vicenda risale al 2012 ma è diventata pubblica nel 2016. Tutto è successo in un istituto professionale della periferia di Palermo. Lei è l’insegnante di italiano 41enne e lui è lo studente sedicenne primo della classe. Lui è affascinato dalla figura della docente, le manda lettere appassionate alle quali la prof risponde. Poi si incontrano diverse volte, lei passa a prenderlo con la sua auto e insieme trascorrono diverse ore e giorni insieme. Lo studente però a un certo punto comincia ad avvertire disagio rispetto a quella relazione. Si confida con alcuni compagni e con un’insegnante. Vengono avvertiti i genitori. Il papà dello studente affronta l’insegnante chiedendole di stroncare subito la relazione. I rapporti sessuali con il minorenne contestati alla donna – che rischia il processo – sono due.

    Sandrine Brown

    La prof 31enne Sandrine Brown, insegnante di educazione fisica in una scuola di Coventry, in Gran Bretagna, ha iniziato una relazione con una ragazzina di 13 anni nel 2008, ma è stata arrestata soltanto nell’aprile 2014. L’ha prima corteggiata, sedotta e portata a letto per diversi anni. La loro relazione clandestina è durata infatti oltre 3 anni, dal maggio 2008 al 2011. Inoltre nel 2010, dopo che la ragazzina le aveva fatto conoscere una sua amica di 16 anni, la prof aveva intrecciato una relazione anche con lei, in una sorta di ménage à trois finito solo dopo essere stata colta sul fatto, a letto con le due minorenni. Il giudice Richard Griffith-Jones che ha emesso la sentenza di colpevolezza ha dichiarato: ”Questo caso è una tragedia soprattutto per le due ragazze che sono state abusate. Ma è una tragedia anche per te (rivolgendosi a Sandrine), che sei una donna con la benedizione dell’intelligenza, della prestanza fisica e della sensibilità, e che avresti dovuto essere un modello a cui i giovani dovrebbero ispirarsi nell’età in cui il loro corpo e la loro personalità si stanno formando. Non ci può essere maggior tradimento, da parte delle persone che hanno la responsabilità di formare i ragazzi, che approfittare della loro fiducia per sfruttarli sessualmente”.

    Louise Aspinall

    Louise Aspinall, insegnante della Swinton High School di Manchester sposata e con due bambini, è finita sotto processo con l’accusa di aver fatto sesso con un 13enne diverse volte. A raccontare l’intera storia è stato il giovane studente che, dopo essersi confidato con il fratello, è stato convinto dalla madre a denunciare la professoressa che, però, non è accusata di averlo costretto. Il ragazzino ha ammesso di essere stato confuso dall’approccio della prof, che in qualche modo è riuscita a circuirlo dicendogli di non amare più il marito, poi lo ha portato a letto a casa sua in diverse occasioni, pregandolo di non raccontare nulla a nessuno, perché sapeva di correre il rischio di finire nei guai. Il ragazzino ha raccontato quando ha preso la decisione di raccontare tutto: ”È stata mia madre a farmi pensare, chiedendomi che cosa avrei detto se la stessa cosa fosse accaduta alla mia sorellina con un insegnante e io ho pensato che un comportamento di quel tipo era sbagliato”.

    Mary Beth Haglin

    La 24enne Mary Beth Haglin, supplente alla Washington High School di Cedar Rapids, in Iowa, ha rischiato fino a due anni di carcere per aver avuto una relazione di sei mesi con uno studente di 17 anni: ”Mi scriveva ogni giorno un post-it diverso e me lo incollava sotto la cattedra. Facevo sesso praticamente quasi ogni giorno” ha spiegato la ragazza, che dopo essere stata arrestata è uscita da prigione dietro pagamento della cauzione. Secondo la legge vigente in Iowa, Haglin rischia quindi due anni di reclusione e 10 anni di presenza sul registro dei sex offender.

    Dufresne Respess

    Due professoresse della Luisiana sono state arrestate per aver avuto rapporti sessuali contemporanei con uno studente di 16 anni. La legge della Luisiana stabilisce che l’età minima per avere rapporti sessuali è 17 anni. La 24enne Rachel Respess e la 34enne Shelley Dufresne, che insegnavano la lingua inglese sono state sospese da ogni attività didattica e private dello stipendio: entrambe sono accusate di oltraggio al pudore e di aver fatto sesso con un minorenne.

    Meredith Claire Powell

    A Tacoma, Washington (USA) la 24enne docente di matematica presso la Lincoln High School, Meredith Claire Powell ha confessato di aver avuto rapporti sessuali orali con tre dei suoi studenti, di età compresa tra i 15 e i 17 anni. I rapporti sono avvenuti all’interno delle aule dell’Istituto, quando tutti gli altri studenti erano usciti. A far scoppiare lo scandalo una lettera inviata dalla Powell ad una delle fidanzate dei tre ragazzi in cui la docente chiedeva scusa per l’invio di messaggi particolarmente espliciti al giovane studente. Le indagini hanno portato anche al recupero di un video hot inviato dalla docente a uno degli studenti.

    Caroline Berriman, una supplente delle scuole superiori regionali di Manchester ha rischiato fino a 10 anni di carcere per avere avuto incontri sessuali con un suo alunno di 16 anni. Secondo la stampa inglese, la professoressa della Abraham Moss Community School di Crumpsal avrebbe sedotto l’alunno, convincendolo ad avere rapporti fisici dopo l’orario delle lezioni: gli incontri sarebbero avvenuti in auto. Le autorità non hanno svelato come sono venute a conoscenza della vicenda, ma hanno fermato la donna e l’hanno arrestata ritenendola colpevole di aver sedotto e di aver abusato del ragazzo. Poi la trentenne non è stata condannata al carcere, nonostante rischiasse diverse accuse – che vanno dalla violenza sessuale su minore all’aver messo in pericolo la salute del giovane – per essere stata sincera ed aver ammesso tutte le sue colpe. I giudici hanno però deciso per lei la sospensione dall’insegnamento, una multa molto alta e 250 ore di lavori socialmente utili. Oltre all’obbligo di restare lontana dal ragazzo.

    Tutto organizzato alla perfezione, con tanto di casale in mezzo alla campagna e sms in codice per darsi l’appuntamento. È successo ad Arezzo dove due insegnanti dell’ultimo anno di superiori si incontravano nel dopo scuola con alcuni alunni per sessioni pomeridiane di sesso: un’organizzazione minuziosa che è stata scoperta dall’investigatore privato assoldato dal marito di una delle due. L’uomo si era accorto che la moglie era “assente”, come ha riportato il quotidiano “La Nazione”: da qui la scelta di farla pedinare. Per raccontare la verità al marito, lo 007 si è avvalso della consulenza di una psicologa.

    Faceva ripetizioni private a un ragazzo di sedici anni, e per convincerlo ad impegnarsi maggiormente negli studi ha pensato di offrire incentivi sessuali. E’ successo in provincia di Vicenza, dove la professoressa di 31 anni, accortasi che il giovane aveva un debole per lei, lo ‘assecondava’ in questa maniera. La donna è stata scoperta dal padre del ragazzo, mentre era in doccia con il giovane, a casa sua. La denuncia è stata evitata grazie al parroco del paese, ma la docente è stata licenziata dalla cooperativa per cui lavorava. Il sedicenne è riuscito a superare l’esame di riparazione.

    Corrie Anne Long 150x150

    Coinvolta in un caso del genere è stata Corrie Anne Long, una prof di matematica 43enne impiegata alla Hopper Middle School di Houston, che è stata arrestata dalla polizia con l’accusa di violenza sessuale nei confronti di un minore, perché avrebbe praticato sesso orale a uno studente di 15 anni. I fatti risalenti a novembre 2013 sono stati denunciati da un altro ragazzo che avrebbe visto i due (che erano da soli in un’aula della scuola frequentata dal ragazzo). La professoressa e il suo alunno avrebbero avuto una relazione sentimentale da diverso tempo.

    Catherine Rayne 150x150

    Catherine Rayne è una prof di geografia che con il suo comportamento ha fatto in modo di essere “bandita da tutte le scuole del paese”. La 35enne ha provato in tutti i modi a sedurre un 15enne della Michael Hall School, Sussex. Messaggi, telefonate, lettere. Lo studente pressato dall’insegnante stalker, chiamava disperato il padre: “Non voglio rimanere da solo con lei, sono a disagio”. Il padre ha presentato ben due reclami ufficiale alla scuola. Il collegio scolastico ha così deciso di bandirla definitivamente da tutte le scuole del paese.

    jennifer vigil 150x150

    Jennifer Vigil è una prof 31enne arrestata a maggio 2013 con l’accusa di aver fatto sesso con un alunno di 18. Secondo l’accusa, la donna avrebbe chiuso il ragazzo in un’aula e gli avrebbe detto: “Non esci di qua se prima non mi dai una cosa”, e capiamo chiaramente a cosa alludesse. Il giovane ha accettato di ricevere una fellatio, ed ha ripreso la scena col cellulare. La donna è stata sospesa e qualche giorno arrestata, pare dopo aver fatto sesso completo col ragazzo. Lei ha detto che lui era consenziente, ma, secondo la legge, ha abusato della propria posizione di autorità. E’ successo a Santa Fè, nel New Mexico.

    Tiffany Michelle Amos 150x150

    Tiffany Michelle Amos è una insegnante supplente di 25 anni che ha deciso di regalare una notte di sesso ad un proprio alunno della Westfield High Houston che compiva diciassette anni. Quando a scuola è stata scoperta questa relazione clandestina la giovane insegnante è stata immediatamente allontanata, l’accusa per lei è stata di adescamento di minore e la sua cauzione è stata fissata a 5mila dollari.

    Pamela Rogers Turner 150x150

    Pamela Rogers Turner è una insegnante di educazione fisica del Tennessee, accusata di aver avuto diversi rapporti con uno studente di 13 anni e carcerata per due anni per questo motivo. La pena per la donna è stata aggravata dal fatto di avere inviato al giovane alcune sue foto senza veli, tramite cellulare.

    mary latourneau vili

    Quello della professoressa Mary Kay Letourneau è forse il caso più famoso: la donna è stata in prigione dal 1997 al 2004 per una relazione con lo studente Vili Fualaau, all’epoca dei fatti 13enne. In galera ha dato alla luce due figli avuto dal ragazzo, che nel 2004 è diventato suo marito.

    Clicca sulle immagini per sfogliare le foto delle professoresse che hanno fatto scandalo.

    2652

    PIÙ POPOLARI