Radio Maria spiega il terremoto in Centro Italia: è colpa delle Unioni civili

Radio Maria spiega il terremoto in Centro Italia: è colpa delle Unioni civili

Il castigo divino per punire l'Italia che ha legiferato in favore dei diritti dei gay

da in Cronaca, News Cronaca, Terremoto Centro Italia
Ultimo aggiornamento:
    Radio Maria spiega il terremoto in Centro Italia: è colpa delle Unioni civili

    Uno speaker di Radio Maria, la famosa emittente vaticana diretta da Padre Livio Fanzaga, ha affermato con sicurezza che la serie di terremoti che stanno sconquassando l’Italia centrale hanno un’origine ben precisa, ossia l’approvazione della Legge Cirinnà sulle Unioni Civili. Dopo le incredibili dichiarazioni del viceministro israeliano Ayoob Kara, secondo il quale il terremoto in centro Italia è stata la risposta di Dio per la votazione italiana in sede Unesco su Gerusalemme, stavolta, secondo Radio Maria, il castigo divino si sarebbe dunque abbattuto tra Marche, Abruzzo, Lazio e Umbria per punire il Belpaese che ha legiferato in favore dei diritti dei gay.

    “Dal punto di vista teologico, questi disastri sono conseguenza del peccato originale, si possono considerare come un castigo divino. Si ha l’impressione che le offese che si recano alla legge divina, pensate alla dignità della famiglia, del matrimonio, alla stessa dignità dell’unione sessuale…viene da pensare che siamo proprio…chiamiamolo castigo divino, ma inteso come un richiamo per ritrovare i principi della legge naturale”.

    In extremis, dopo la diffusione della notizia, Radio Maria ha postato sul suo sito e sulla pagina Facebook una nota di chiarimento in merito, spiegando che le frasi mandate nell’etere da parte del conduttore radiofonico (definito ”esterno”), sono state pronunciate a titolo personale, e che ”non rispecchiano assolutamente il pensiero di Radio Maria al riguardo”. Ma va ricordato che nel febbraio scorso, proprio lo stesso direttore di Radio Maria, Padre Fanzaga, augurò la morte alla senatrice Monica Cirinnà: “Brinda a Prosecco, eh eh, alla vittoria; signora, arriverà anche il funerale”, disse.

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaNews CronacaTerremoto Centro Italia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI