Professoressa razzista contro i migranti su Facebook: ‘Bruciateli vivi’

Professoressa razzista contro i migranti su Facebook: ‘Bruciateli vivi’

Dopo i post contro immigrati e profughi, il caso è finito in Parlamento

da in Cronaca, Immigrazione, Immigrazione clandestina, News Cronaca, Razzismo
Ultimo aggiornamento:
    Professoressa razzista contro i migranti su Facebook: ‘Bruciateli vivi’

    Una professoressa è finita nella bufera per i suoi post razzisti nei confronti dei migranti su Facebook. Post talmente estremi che la sua pagina è stata rimossa e alcuni deputati di Sinistra Italiana hanno chiesto al ministro della Pubblica Istruzione l’apertura di un’indagine. Il caso è finito anche in Parlamento.

    Protagonista è Fiorenza Pontini, professoressa di inglese al liceo Marco Polo di Venezia.

    La donna, 59 anni, da mesi pubblicava post xenofobi e nostalgici verso il fascismo. Il caso è esploso dopo che gli studenti e i colleghi hanno visitato la sua pagina scoprendo le sue “perle” (piuttosto sgrammaticate) contro gli immigrati. Eccone qualcuna: “Bisogna ucciderli tutti”, “Speriamo che affoghino tutti… che non se ne salvi nessuno”, “Bruciateli vivi”, “Mi dispiace che qualche profugo si salva”. Nel mirino anche i musulmani: “A poi ho torto quando dico che bisogna eliminare i bambini dei mussulmani perché tanto sono tutti delinquenti”.

    La prof si era distinta anche per immagini e locandine inneggianti a Benito Mussolini, insulti a Matteo Renzi, al sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e alla presidente della Camera Laura Boldrini.

    257

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaImmigrazioneImmigrazione clandestinaNews CronacaRazzismo
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI