Fondiaria Sai: Salvatore Ligresti e la figlia Jonella condannati a 6 anni

Fondiaria Sai: Salvatore Ligresti e la figlia Jonella condannati a 6 anni

La figlia Giulia patteggia, assolto il figlio Paolo

da in Cronaca, News Cronaca, Processi, Reati
Ultimo aggiornamento:
    Fondiaria Sai: Salvatore Ligresti e la figlia Jonella condannati a 6 anni

    Il tribunale di Torino ha condannato Salvatore Ligresti a 6 anni e la figlia Jonella a 5 anni e 8 mesi. Entrambi erano accusati di falso in bilancio e manipolazione del mercato. A Ligresti è stata anche comminata una multa di 1,2 milione di euro, alla figlia di 1 milione.

    Jonella Ligresti e Salvatore Ligresti

    Con Salvatore Ligresti e la figlia Jonella, rispettivamente ex patron ed ex presidente di Fondiaria Sai, sono stati anche condannati l’ex ad Fausto Marchionni a 5 anni e 3 mesi e a una multa di 700mila euro (anche per lui l’accusa era di falso in bilancio e manipolazione del mercato) e l’ex revisore Riccardo Ottaviani a 2 anni e sei mesi. Per lui l’accusa era concorso in falso in bilancio.
    Assolti, invece, l’ex vice presidente Antonio Talarico e un altro ex revisore, Ambrogio Virgilio.
    A conclusione della requisitoria, lo scorso febbraio, il pm di Torino Marco Gianoglio, titolare del fascicolo, aveva chiesto la condanna di tutti e sei gli imputati.

    Nel dettaglio, sette anni e tre mesi per Salvatore Ligresti e per la figlia Jonella, oltre a una multa di 2 milioni di euro ciascuno, sei anni e otto mesi per Fausto
    Marchionni, più una multa di 1,6 milioni di euro, sei anni e due mesi per Antonio Talarico, più una multa di 1,3 milioni di euro. Per due ex revisori Riccardo Ottaviani e Ambrogio Virgilio, erano stati chiesti rispettivamente tre anni e sei mesi ciascuno.

    L’altra figlia di Salvatore, Giulia, aveva già patteggiato negli anni scorsi una pena a due anni e otto mesi, mentre il figlio Paolo era stato assolto dal tribunale di Milano, insieme all’attuario della compagnia Fulvio Gismondi e al dirigente contabile Piergiorgio Bedogni.

    400

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaNews CronacaProcessiReati

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI