Coppia acido, il figlio di Alexander Boettcher e Martina Levato è adottabile

Coppia acido, il figlio di Alexander Boettcher e Martina Levato è adottabile

La decisione del Tribunale dei minori di Milano

da in Alexander Boettcher, Cronaca, Cronaca di Milano, Martina Levato, News Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Coppia acido, il figlio di Alexander Boettcher e Martina Levato è adottabile

    Il figlio di Alexander Boettcher e Martina Levato sarà dato in adozione. Il Tribunale per i minorenni di Milano ha dichiarato lo stato di adottabilità del figlio della coppia dell’acido. Sempre per disposizione del Tribunale è stata stabilita “l’immediata sospensione” di ogni tipo di rapporto fra la coppia e il bambino nato ad agosto 2015. Traduzione: i due genitori non vedranno mai più il piccolo, che sarà affidato alle cure di una famiglia in cerca di un bimbo da adottare.

    La decisione arriva dopo la recente perizia psichiatrica che ha messo nero su bianco come Alexander Boettcher e Martina Levato siano “inadatti per fare i genitori”. Anche i nonni della coppia sono stati ritenuti inidonei a svolgere il ruolo di tutori ed educatori.
    Alexander Boettcher e Martina Levato sono in carcere dal dicembre 2014 e hanno a loro carico due condanne a testa per due aggressioni con l’acido: 23 e 14 anni lui, 16 e 12 anni lei.
    I due sono colpevoli di una serie di aggressioni con l’acido compiute tra l’inizio di novembre e la fine di dicembre 2014 a Milano.
    Le perplessità degli psichiatri nascono dalle devianze sessuali di Alex e Martina dimostrate nel corso dei processi a loro carico, nonché dai loro terribili atti di sadismo.

    Già prima della perizia i giudici avevano definito nelle motivazioni della sentenza Alex e Martina come due “amanti perversi” legati “da una torbida e difficilmente decifrabile relazione sentimentale per quanto di sentimenti si possa parlare”, mentre il loro rapporto è stato definito dapprima “basato sul sesso senza nessun coinvolgimento emotivo“. Poi, scrivono i magistrati, nell’arco di un anno il rapporto avrebbe subito un “cambio qualitativo” che ha portato alle aggressioni con l’acido.
    Boettcher in particolare viene definito dai giudici “sadico, malvagio e psicopatico, ma non per questo incapace di intendere e di volere”.

    365

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Alexander BoettcherCronacaCronaca di MilanoMartina LevatoNews Cronaca
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI