Le truffe più frequenti a cui prestare attenzione

Le truffe più frequenti a cui prestare attenzione

Una top ten delle truffe più comuni negli ultimi anni

da in Cronaca, Furti, Furti in casa, Truffe
Ultimo aggiornamento:
    Le truffe più frequenti a cui prestare attenzione

    Anche se sono spesso gli anziani ad essere le vittime preferite dai malintenzionati, non bisogna sottovalutare il fatto che le truffe più frequenti ormai non accadono soltanto per strada o addirittura nelle proprie case, ma anche online, su internet. I malintenzionati hanno affinato con gli anni le tecniche per raggirare le vittime, per questo occorre sempre stare in guardia per non trasformarsi nel prossimo bersaglio. Vediamo di seguito la top ten delle truffe più comuni e ricorrenti negli ultimi anni

    Falsi preti, finti pompieri, medici e suore: così i ladri ingannano gli anziani ed entrano in casa loro per derubarli. Una delle truffe più diffuse è quella del finto amico di famiglia o parente che vi ferma per strada fingendo confidenza, magari facendo il nome di qualche altro parente. Poi il truffatore si fa aprire la porta di casa vostra con una scusa (chiede di poter andare in bagno o di avere un bicchiere d’acqua), per rovistare nei cassetti in cerca di soldi o preziosi.

    LEGGI ALTRI ESEMPI DI TRUFFE AGLI ANZIANI, I TRUCCHI DEI LADRI PER INGANNARLI

    I truffatori si presentano a casa della vittima spacciandosi per falsi dipendenti Enel, Telecom, Inps, oppure falsi elettricisti, idraulici e addirittura poliziotti o infermieri che fanno visite a domicilio. Una volta entrati in casa puntano a sottrarre il vostro denaro per inesistenti contratti o prestazioni lavorative a domicilio mai effettuate.

    Come nel caso precedente, in questo caso i truffatori si presentano a casa della vittima, e dicono di dover consegnare un pacco con della merce ordinata da figli o parenti. Il malintenzionato consegna davvero un oggetto di poco valore alla vittima, dicendo di aver preso accordi con un parente per la consegna. A questo punto chiede di anticipare il denaro per ritirare il pacco, che ovviamente finisce nelle tasche dei delinquenti.

    In questo caso i truffatori, che spesso agiscono in coppia, mostrano alla persona delle carte spiegando che, per entrare in possesso della donazione o dell’eredità ricevuta da un qualche non meglio precisato parente lontano o conoscente benefattore, è necessario perfezionare l’atto di trasferimento presso un notaio. I delinquenti si offrono di accompagnare la vittima a ritirare i soldi per la parcella, e poi fingono accompagnarla in auto dal notaio. Invece con una scusa la vittima viene fatta scendere dall’auto e i truffatori fuggono col denaro.

    Il bersaglio dei truffatori in questo caso sono le persone che escono dalla banca o dalla posta dopo aver ritirato del denaro o la pensione. I malviventi si presentano come dipendenti dell’agenzia incaricati di controllare il numero di serie delle banconote appena prelevate. Il falso dipendente finge di controllare i numeri di serie in cerca di un errore inesistente e scambia le banconote vere con quelle false.

    LEGGI ANCHE TRUFFE BANCOMAT: ECCO COME CLONANO LE CARTE DI CREDITO

    La truffa della lotteria arriva tramite lettera: la vittima riceve una busta in cui si annuncia la vincita di un premio ad una lotteria. Per riceverlo, però, bisogna pagare le spese necessarie alla spedizione e al ritiro tramite un vaglia postale. Inutile dire che nessuna vincita alla lotteria si riscuote in questo modo.

    Una persona vi ferma per strada e chiede di poter effettuare un’intervista generica, così inizia a formularvi delle domande sui vostri gusti e sulle vostre abitudini. Alla fine chiede di firmare un modulo per testimoniare che l’intervista è avvenuta realmente. Voi non leggete e vi fidate dello sconosciuto, ma si tratta spesso di un contratto di vendita di servizi a pagamento.

    Tra le varianti delle truffe subite nei parcheggi dei supermercati, soprattutto ai danni di donne che lasciano la borsa sul sedile dell’auto mentre caricano la spesa, c’è quella delle monetine per terra. Mentre la vittima carica le buste della spesa in auto, qualcuno vicino lascia cadere delle monetine: la vittima si china per aiutare a raccogliere i soldi mentre un complice apre la portiera e ruba la borsa dal sedile.

    LEGGI ANCHE LA TOP TEN DELLE TRUFFE IMMOBILIARI

    La cosiddetta truffa dello specchietto è certamente tra le più diffuse e avviene così: mentre si è alla guida dell’auto si sente un rumore sulla carrozzeria: un automobilista si avvicina e, mostrando lo specchietto della sua auto rotto, chiede un risarcimento. In realtà lo specchietto era già rotto e il rumore sulla carrozzeria è provocato con un trucco per rendere più credibile la scena dell’urto. Per sapere come difendersi al meglio, leggere qui.

    Le truffe avvengono anche su internet, tra chi cerca l’amore in chat a chi ha un conto on line. Ad esempio nella casella email arriva una (finta) comunicazione della banca o delle Poste che chiede di ”sbloccare” il proprio conto inserendo codici segreti di accesso dopo aver cliccato un link che porta a una pagina web del tutto simile a quella dell’istituto. Ovviamente è una trappola per carpire informazioni riservate ai correntisti. Ma potreste anche ricevere una email o un messaggio Facebook da un ”amico” in difficoltà in un aeroporto dall’altra parte del mondo, che vi chiede un versamento per poter rientrare a casa. In realtà è probabile che il malintenzionato sia riuscito ad entrare nel profilo o nella mail del vostro amico. Poi ci sono le applicazioni che si scaricano sul telefonino, che in molti casi contengono dei malware che possono accedere alle info personali o attivare servizi a pagamento. E infine non vanno dimenticate le tante truffe online che riguardano la vendita di merce a prezzi bassissimi, merce che non esiste e che non verrà mai spedita, ma che serve solo per attirare le vittime nell’imbroglio.

    LEGGI ANCHE FINGERE DI AVERE UN TUMORE PER TRUFFARE IL PROSSIMO: 10 CASI

    1239

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaFurtiFurti in casaTruffe

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI