Roma, chiede di non fumare in metro e lo aggrediscono: è in coma

Roma, chiede di non fumare in metro e lo aggrediscono: è in coma

L'uomo era in compagnia della madre, entrambi sono stati presi a calci e pugni

da in Aggressioni, Cronaca, Cronaca di Roma
Ultimo aggiornamento:
    Roma, chiede di non fumare in metro e lo aggrediscono: è in coma

    Un romano di 37 anni è stato aggredito ieri pomeriggio insieme alla madre all’interno di un vagone della metro fermo a piazza Bologna a Roma. L’uomo è stato assalito per aver fatto notare a due ragazzi che stavano fumando in un’area in cui non è consentito. Il 37enne si trova in coma all’ospedale Umberto I.

    Ad aggredire il 37enne e la madre sono stati due ragazzi di 24 e 26 anni di origine casertana e con precedenti penali. I due hanno preso a calci e pugni la vittima e la madre che è intervenuta nella discussione. Quando gli agenti sono giunti sul luogo dell’aggressione, i due ventenni si erano già allontanati ma sono riusciti a rintracciarli grazie alle descrizioni rilasciate da alcuni testimoni. Uno dei due assalitori si sarebbe anche rifiutato, una volta raggiunto dalla polizia, di fornire le proprie generalità e avrebbe opposto resistenza.

    La vittima è ricoverata in prognosi riservata, mentre la madre ha riportato alcune contusioni e avrà una prognosi di otto giorni. I due aggressori sono accusati di tentato omicidio in soccorso con l’aggravante di futili motivi.

    271

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AggressioniCronacaCronaca di Roma Ultimo aggiornamento: Lunedì 19/09/2016 15:38
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI