Muore Giorgia Libero, la 23enne che aveva raccontato la sua malattia sul web

Muore Giorgia Libero, la 23enne che aveva raccontato la sua malattia sul web

Ad annunciarne la scomparsa è stato il fidanzato Federico

da in Cronaca, News Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Muore Giorgia Libero, la 23enne che aveva raccontato la sua malattia sul web

    Giorgia Libero non ce l’ha fatta, ha perso la sua dura lotta contro il cancro. Il male più feroce dei nostri tempi se l’è portata via all’età di soli 23 anni. Per due lunghi anni ha raccontato la sua battaglia sui social network, ora i suoi 40mila fan di Instagram piangono la prematura dipartita della loro guerriera.

    A stroncare la sua giovane esistenza è stato un linfoma, una di quelle forme che non lascia scampo nemmeno ai più battaglieri.

    Giorgia, sin da subito, ha deciso di raccontarsi senza filtri su Instagram: ogni giorno mostrava tutto si sè, dal letto del reparto di oncoematologia dell’ospedale di Padova in cui era ricoverata, alle innumerevoli medicine che assumeva, fino alle cicatrici delle operazioni chirurgiche, senza dimenticare i sorrisi e la grinta che la contraddistinguevano. Nessuna vergogna, perché del resto non esiste vergogna per chi lotta per tenersi stretta la vita.

    Con il passare del tempo, ha conquistato l’attenzione e l’affetto di migliaia di persone, che hanno scelto di seguirla nella sua dura battaglia.

    Purtroppo però il suo coraggio e la vicinanza dei suoi ‘fan’ non sono stati sufficienti, la malattia a un certo punto ha preso il sopravvento e si è portata via Giorgia. Ad annunciarne la scomparsa è stato il fidanzato Federico, con un messaggio su Facebook.

    Gli ultimi giorni per Giorgia sono stati davvero i più duri: aveva dovuto anche interrompere il suo filo diretto con il mondo social, perché le sue condizioni cliniche erano peggiorate a tal punto da renderle impossibile anche i movimenti più semplici.

    L’ultimo suo post su Facebook risale alll’11 agosto: ‘Appena me la sentirò, scriverò quello che mi passa per la testa. Al momento riesco a malapena a vedere dove ho appoggiato il telefono. E’ dura ragazzi, ma solo quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare’. E poi un pensiero al fidanzato, che non l’ha mai lasciata sola.

    Ed è proprio a lui che è toccato il difficile compito di annunciarne la dipartita a tutti coloro che hanno fatto parte della loro grande famiglia virtuale.

    465

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaNews Cronaca
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI