Un vademecum dei Ris per le persone scomparse, le linee guida in 16 punti

Un vademecum dei Ris per le persone scomparse, le linee guida in 16 punti

Nuove procedure consentono di avviare subito le ricerche degli scomparsi

da in Carabinieri, Cronaca, Persone scomparse
Ultimo aggiornamento:
    Un vademecum dei Ris per le persone scomparse, le linee guida in 16 punti

    Cosa fare per denunciare la scomparsa di una persona? Recentemente i carabinieri del Ris hanno diffuso nuove linee guida per la ricerca delle persone scomparse con lo scopo di snellire quanto più possibile le fasi burocratiche in favore di un immediato inizio delle ricerche. In pratica, così come avviene per il furto di un veicolo, è ora possibile segnalare telefonicamente anche soltanto l’ingiustificata irreperibilità di una persona.

    LEGGI ANCHE MALATI DI ALZHEIMER SCOMPARSI: FACCIAMO IL PUNTO DELLA SITUAZIONE

    Chiunque tema per la scomparsa di una persona cara o di un conoscente, può dunque fare una segnalazione alle forze di polizia, comunicando i dati della persona da rintracciare. Tale segnalazione verrà subito inserita in una Banca dati e resterà nel sistema per 72 ore, entro le quali dovrà essere formalizzata la denuncia di scomparsa.

    Luciano Garofano

    Luciano Garofano, ex comandante del RIS di Parma, ha riassunto le 16 linee guida da seguire in caso di persone scomparse, un vademecum che può rivelarsi estremamente utile sia ai familiari e conoscenti ma anche agli inquirenti. Un passaggio fondamentale è che se una persona risulta scomparsa da più di 48 ore, il caso va trattato presumendo che sia stata sequestrata o uccisa. Vediamo di seguito tutti i punti riassunti per comodità:

    1. Intervistare immediatamente la persona che denuncia la scomparsa, stabilendo il grado di parentela o amicizia.
    2. Stabilire se la persona scomparsa era un soggetto a rischio o se può trattarsi di un crimine.
    3. Verificare che la persona sia effettivamente scomparsa e in quali circostanze, stabilendo la gravita’ dell’evento: allontanamento volontario, suicidio, sequestro, omicidio.
    4. Determinare quando e da chi la persona scomparsa è stata vista per l’ultima volta.
    5. Intervistare chi ha avuto l’ultimo contatto con la persona scomparsa.

    6. Stilare una lista di parenti, amici, colleghi, e conoscenti della persona scomparsa e intervistarli quanto prima possibile.
    7. Elaborare la storia e le dinamiche familiari della persona scomparsa.
    8. Acquisire un’accurata descrizione, foto e oggetti personali da utilizzare per la ricerca con i cani.
    9. Avviare immediatamente le ricerche sulla base delle informazioni raccolte, particolari e abitudini che riguardano la persona scomparsa.
    10. Controllare i luoghi che abitualmente frequenta e anche i posti dove è stata vista per l’ultima volta.
    11. Se necessario, considerare il luogo della scomparsa come una scena del crimine e ispezionarla (requisirla) per i necessari interventi tecnico-scientifici.
    12. Raccogliere oggetti personali della persona scomparsa che possano contenere il suo Dna per eventuali futuri confronti.
    13. Stabilire se mancano oggetti o cose di proprietà della persona scomparsa.
    14. Garantire l’integrità del luogo dove è maturata la scomparsa.
    15. Mettere a punto un piano di indagine quanto più possibile articolato.
    16. Determinare quali altre risorse e strumenti investigativi sono necessari e assicurare la più ampia collaborazione tra tutte le unità coinvolte nelle ricerche.

    LEGGI ANCHE STRATEGIE E CONSIGLI PER CHI CERCA MALATI DI ALZHEIMER SCOMPARSI

    661

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CarabinieriCronacaPersone scomparse Ultimo aggiornamento: Mercoledì 25/05/2016 10:01
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI