Marò, la Farnesina all’India: ‘Girone rientri presto in Italia’

Marò, la Farnesina all’India: ‘Girone rientri presto in Italia’

Le condizioni di rientro devono essere convalidate dalla Corte Suprema il 26 maggio

    L’Italia ha presentato richiesta alla Corte Suprema indiana per l’attuazione della decisione presa dal tibunale arbitrale dell’Aja circa il rientro del marò, Salvatore Girone. A renderlo noto è il Ministero degli Esteri. Il Tribunale dell’Aja aveva invitato Roma e Nuova Delhi a concordare le modalità per il rientro del marò. Il fuciliere sarà in patria per tutta la durata dell’arbitrato di cui è stato incaricato un organismo internazionale.

    Il fuciliere di Marina Salvatore Girone è accusato, insieme al collega Massimiliano Latorre, di aver ucciso due pescatori nel corso di una missione antipirateria. Il marò Latorre è già rientrato in patria nel 2014 per problemi di salute.

    La Farnesina ha presentato la richiesta di attuazione urgente della decisione del Tribunale arbitrale de l’Aja e la data dell’udienza della Corte Suprema indiana fissata per l’esame della questione, è giovedì 26 maggio, le condizioni di rientro devono essere convalidate dalla Corte di New Delhi proprio giovedì prossimo.

    171

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaIndiaMassimiliano LatorreSalvatore Girone
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI