Pino Maniaci, ridammi i miei soldi

Giornalista in Cronaca, Estorsioni, Giornalismo, Pino Maniaci
Segui autore:
5 Maggio 2016 alle 15:50 in Cronaca, Estorsioni, Giornalismo, Pino Maniaci
    Pino Maniaci, ridammi i miei soldi

    Il giornalista antimafia di Telejato Pino Maniaci è sotto inchiesta per estorsione a Partinico. E la legalità, l’antimafia, la Sicilia, l’Italia, tutti noi, perdiamo qualcosa.

    Personalmente mi sento come se mio fratello mi avesse pugnalato all’addome mentre mi abbracciava. I suoi fan si sono divisi in due fazioni: i giustizialisti (come me) che davanti a episodi di questo tipo non guardano in faccia nessuno e si sentono traditi e offesi, e i garantisti che invece aspettano l’esito delle indagini, ovvero un processo di tre gradi che finirà fra 10 anni. Anche se ci sono delle intercettazioni e dei video più che evidenti.

    Altri invece sminuiscono la condotta di Maniaci, riducendola a un semplice comportamento da bulletto di periferia, una piccola macchia su una veste candida. Per costoro 30 anni di onesta carriera giornalistica in spregio ai pericoli e alle minacce mafiose, rimettendoci gomme squarciate, auto bruciate, occhi neri e finestrini spaccati, non possono essere cancellati da un unico sbaglio.

    E invece sì: una piccola crepa può far crollare un castello, se le fondamenta nel frattempo sono marcite. Se nel corso della vita un amico vi avesse fatto 200 carezze e poi vi avesse dato un unico schiaffo, voi vi ricordereste unicamente di quello schiaffo, gonfi di rabbia e di risentimento, dico bene?

    Ma ora basta retorica, non sono un fustigatore pubblico, sono una persona molto concreta e mi piace andare al sodo: ho donato dei soldi a Telejato perché mi fidavo di Pino Maniaci, perché consideravo una missione quella di Telejato, perché vedevo il passaggio del testimone generazionale nella sua bravissima figlia.

    Ho donato pochi soldi, ma li rivoglio indietro un centesimo sopra all’altro e subito, per darli a chi ne ha bisogno e li merita davvero.

    Pino, non sto babbiando: mi devi ridare i piccioli, ‘u capisti?

    Manderò una raccomandata alla sede di Telejato, dal momento che Maniaci ha divieto di soggiorno nelle province di Palermo e di Trapani e non so quale sia il suo attuale domicilio.

    Ho predisposto un modulo scaricabile, per chiunque si trovi nella medesima situazione.

    Una volta volevo diventare come Pino Maniaci.

    Per fortuna non è successo.