Evasione Fiscale, il patron di Tiscali Renato Soru condannato a tre anni

Evasione Fiscale, il patron di Tiscali Renato Soru condannato a tre anni

L'europarlamentare del PD: 'Mi aspettavo di essere assolto, credo sia una sentenza ingiusta'

da in Cronaca, Evasione fiscale, PD – Partito Democratico
Ultimo aggiornamento:
    Evasione Fiscale, il patron di Tiscali Renato Soru condannato a tre anni

    Il patron di Tiscali ed europarlamentare e segretario regionale del PD, Renato Soru, è stato condannato a tre anni di reclusione. Ad emettere la sentenza è il giudice Sandra Lepore del tribunale di Cagliari. Soru è accusato di aver evaso 2,6 milioni di euro per un prestito fatto dalla società Andalas Ldt (sempre di Soru) a Tiscali.

    La sentenza ha sorpreso il patron di Tiscali che ha commentato: “Mi aspettavo di essere assolto, credo sia una sentenza ingiusta”. Soru si è sempre difeso dichiarandosi innocente e spiegando di non aver mai sottratto dei soldi al Fisco. Secondo l’accusa, la società londinese Andalas Ldt (sempre di Soru) avrebbe concesso un prestito alla Tiscali Finance, in parte restituito ma mai dichiarato né al fisco inglese né a quello italiano. La difesa ha sottolineato che tra il 2004 e il 2009 (anno in cui si è svolta la vicenda) Soru era Presidente della Regione Sardegna e per tale motivo aveva trascurato gli affari. E sulle sue possibili dimissioni il segretario regionale del PD ha dichiarato: “Adesso penso a tante cose compresa questa. È un momento grave e molto importante della mia vita – ha aggiunto – adesso andrò a casa, voglio stare un po’ da solo. Non credo di aver commesso reati, credo sia una sentenza che spero venga ribaltata nelle altre fasi del processo”.

    Soru è stato al centro di una complessa controversia fiscale ed era accusato di aver evaso 2,6 milioni di euro nell’ambito di un prestito fatto dalla società Andalas Ldt (sempre di Soru) a Tiscali. L’inchiesta su Andalas è iniziata nel 2009 dopo una trasmissione di Annozero sulle attività degli operatori italiani all’estero. Stando alle accuse, nel 2004 la società londinese avrebbe concesso un prestito di oltre 27 milioni di euro alla Tiscali finance. Invece la società con sede a Cagliari, a Sa Illetta, nei cinque anni successivi avrebbe restituito parte del debito versando anche gli interessi alla Andalas. Secondo il pm Massidda, la cifra evasa, ai fini della confisca, ammonta a 2.613.401 euro. Soldi che non sarebbero stati mai dichiarati al fisco italiano né tanto meno a quello britannico. Da qui le contestazioni che Soru, presidente della Regione Sardegna dal 2004 ai primi del 2009, aveva cercato di respingere punto per punto. I suoi legali avevano sostenuto che Soru era presidente della Regione Sardegna all’epoca dei fatti ruolo che lo avrebbe portato a trascurare le sue aziende. Il processo di primo grado si è dunque concluso con una condanna a tre anni, ora si attende la Corte di Appello e la Cassazione per sapere se Soru farà o meno almeno un giorno di reclusione nelle patrie galere, o se verrà decisa per lui una pena alternativa al carcere.

    531

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaEvasione fiscalePD – Partito Democratico Ultimo aggiornamento: Giovedì 05/05/2016 12:14
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI