Roma, incendio al San Camillo: un paziente muore carbonizzato

Roma, incendio al San Camillo: un paziente muore carbonizzato

La direzione sanitaria: 'Rispettate tutte le procedure antincendio'

da in Cronaca, News Cronaca, Ospedali, Ospedali italiani
Ultimo aggiornamento:
    Roma, incendio al San Camillo: un paziente muore carbonizzato

    Morto un paziente all’ospedale San Camillo di Roma dove è scoppiato un incendio nella notte di sabato scorso. Evacuati due piani della palazzina, il rogo si è sviluppato in una stanza del reparto di Medicina al secondo piano. Il paziente di 65 anni è morto carbonizzato, le fiamme si sono alzate da sotto il suo letto. Ancora non sono chiare le cause che hanno scatenato l’incendio che ha provocato la caduta del controsoffitto e l’esplosione di alcuni vetri.

    George Andoni, di origine moldava e residente a Ostia era ricoverato a causa dell’amputazione di un piede, gli inquirenti stanno verificando se il paziente avesse acceso dei lumini – come da tradizione – per festeggiare la pasqua ortodossa. Il paziente che era in camera con lui e che per fortuna è riuscito a scappare in tempo, ha raccontato di aver visto le fiamme alzarsi proprio sotto al letto di Andoni.

    Una commissione speciale è stata istituita dalla Regione Lazio con il compito di preparare una relazione dettagliata sui fatti relativi all’incendio. Altro particolare emerso è che la vittima sarebbe stata spesso sorpresa a fumare. La direzione sanitaria ha precisato che il letto dove si trovava Andoni era “di tipo manuale, e come di norma con materasso ignifugo” e che “Il padiglione, come attestato dalla certificazione antincendio, era provvisto di sistemi di protezione antincendio, estintori, impianto di rilevazione fumi, compartimentazione anti fuoco, che hanno impedito il propagarsi del fumo e delle fiamme. Il padiglione è munito di impianti elettrici certificati”. La stanza dove è scoppiato l’incendio è sotto sequestro, in mattinata è prevista l’ispezione del Ministero della Salute che accerterà il rispetto delle norme di sicurezza da parte dell’ospedale San Camillo.

    350

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaNews CronacaOspedaliOspedali italiani

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI