Morto Gianroberto Casaleggio, il guru del Movimento 5 Stelle

Morto Gianroberto Casaleggio, il guru del Movimento 5 Stelle

    E’ morto Gianroberto Casaleggio, imprenditore e politico italiano, noto fondatore del Movimento 5 Stelle, insieme a Beppe Grillo. Aveva 61 anni ed era malato da tempo. Colpito da un ictus, si è spento all’Istituto Auxologico Italiano di via Mosè Bianchi di Milano, dove era già stato operato nell’aprile del 2014 per un edema cerebrale. Casaleggio era stato ricoverato tre giorni fa sotto falso nome, per tutelare la sua privacy. I funerali, che si svolgeranno in forma privata, sono previsti per giovedì 14 aprile, alle ore 11, presso la Chiesa di Santa Maria delle Grazie. A darne notizia è stato il leader M5S, Beppe Grillo, sul suo blog.

    Pochi giorni fa, la notizia sulle presunte intenzioni di Casaleggio di mollare il Movimento aveva suscitato polemiche. Un giornalista de La Stampa, il 7 aprile, aveva scritto che un parlamentare molto importante del M5S aveva partecipato a una riunione a Milano con Casaleggio. Riunione in cui questi avrebbe avuto ‘cinque o sei pesanti cali dell’attenzione, faticando a mantenere la concentrazione per un arco di tempo consecutivo neanche troppo lungo’. Il parlamentare, tornato a Roma, avrebbe riferito che Casaleggio ‘ormai ha mollato, non ce la fa più a star dietro al Movimento’, e che ‘decide ormai quasi tutto il figlio’. Nell’articolo si accennava inoltre alla malattia che aveva colpito il guru (‘era parsa in un qualche miglioramento, forti sono di nuovo i segni di affaticamento’) e a guerre intestine per la successione. Alcuni parlamentari di spicco non avrebbero infatti accettato l’importanza acquisita negli ultimi tempi dal figlio Davide Casaleggio, ormai in prima linea nell’organizzazione della vita politica del movimento.

    Immediata la risposta di Casaleggio (che non ha smentito i problemi di salute) all’articolo di Jacopo Iacoboni: ‘Lo sciacallo Iacoboni usa il pretesto delle mie condizioni di salute, note da tempo, per inventare retroscena inesistenti e fuori dalla realtà sulla gestione del Movimento 5 Stelle e schizzare veleno sui portavoce. Non ci sono capi e l’unico leader riconosciuto sono i cittadini che fanno parte della comunità del M5S. Comprendo tuttavia che chi è abituato a prendere ordini possa non capire questo semplice concetto. Siamo una comunità che si autodetermina in Rete e gli strumenti a nostra disposizione evolvono ogni giorno. Io non mollo e continuerò a battermi insieme a milioni di italiani onesti fino al successo del MoVimento che ho contribuito a fondare. Chi sperava il contrario può mettersi l’anima in pace’.

    Quando Casaleggio incitava la piazza: Urlate nome di Berlinguer

    Gianroberto Casaleggio è da sempre considerato il guru del Movimento 5 Stelle. Nato a Milano il 14 agosto 1954, è stato prima imprenditore nel settore del web, fondando la Casaleggio Associati, e in seguito co-fondatore e mente del Movimento 5 Stelle che crea insieme a Beppe Grillo.

    Personaggio schivo e riservato, appariva di rado in pubblico e solo in occasione di eventi e manifestazioni del M5S. Sposato e padre di Davide, a cui passerà il comando dell’azienda di famiglia, è stato un personaggio amato e discusso.

    La carriera di Casaleggio inizia nel solco della Olivetti di Roberto Colaninno in cui entra come progettista software. Il web è la sua passione e la sua strada e arriva a ricoprire il ruolo di a.d. della Webegg S.p.A., ‘gruppo multidisciplinare per la consulenza delle aziende e della pubblica amministrazione in rete‘ nato per il posizionamento delle aziende in rete. Nel 2004 lascia l’azienda per incompatibilità nella politica commerciale e fonda la Casaleggio Associati srl.

    Da subito nasce una stretta collaborazione con Beppe Grillo di cui cura il blog e l’edizione dei libri: fino al 2010 cura anche il blog di Antonio Di Pietro e quello della casa editrice Chiarelettere, che è azionista de Il Fatto Quotidiano. La collaborazione con la casa editrice si chiude, tra le polemiche, nel 2013.

    Oltre a fondare il M5S ne cura fin dall’inizio la comunicazione, tramite la web tv ufficiale, La Cosa, e la gestione della comunicazione istituzionale.

    Poco fa, è comparso un commento accorato di Beppe Grillo, sul suo blog:

    ‘Questa mattina è mancato Gianroberto Casaleggio, il cofondatore del MoVimento 5 Stelle.
    Ci stringiamo tutti attorno alla famiglia.
    Gianroberto ha lottato fino all’ultimo’
    .


    887

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Beppe GrilloCronacaCronaca di MilanoGianroberto CasaleggioMovimento 5 StellePartiti politici italianiPolitici italianiMorti famose Ultimo aggiornamento: Mercoledì 13/04/2016 09:41
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI