Iscrizioni anno scolastico 2016/2017, tutti i passaggi e le indicazioni per le famiglie

Iscrizioni anno scolastico 2016/2017, tutti i passaggi e le indicazioni per le famiglie

Tutto quello che serve sapere per iscrivere i figli a scuola

da in Cronaca, Scuola
    Iscrizioni anno scolastico 2016/2017, tutti i passaggi e le indicazioni per le famiglie

    Tempo di iscrizioni a scuola per i nuovi alunni al primo anno delle scuole elementari, medie e superiori. Dalle 8:00 del 22 gennaio alle 20:00 del 22 febbraio 2016 sono aperte le iscrizioni per l’anno scolastico 2016/2017: come previsto da ormai quattro anni, la procedura è solo online. Solo per le scuole d’infanzia resta l’iscrizione cartacea, da effettuare sempre dal 22 gennaio al 22 febbraio 2016. Vediamo, passo per passo, come completare l’iscrizione per ogni scuola.

    L’iscrizione riguarda gli studenti del primo anno alle scuole primarie, secondarie di primo grado e secondarie di secondo grado o presso un Centro di Formazione Regionale (CFP), ed è obbligatoria per le scuole statali, facoltativa per le paritarie. Per i CFP, il percorso online è valido in Piemonte, Lazio, Lombardia, Molise, Sicilia e Veneto.

    I bambini che compiono sei anni entro il 31 dicembre 2016 devono iscrivere alla prima classe delle scuole primarie; anche i bimbi che compiono i sei anni entro il 30 aprile 2016 possono già accedere alla prima classe. Va indicata la scuola scelta come prima, a cui si aggiungono altri due istituti. Le ore di didattica settimanale sono 27, compreso il tempo pieno.

    Per iscriversi alle secondarie di I grado (le vecchie medie), bisogna scegliere un primo istituto e indicarne altri due: in fase di iscrizione, si può optare per le 30 o le 36 ore.

    Anche per iscriversi alle vecchie superiori è necessario indicare la prima scelta e aggiungere altri due istituti in sostituzione.

    Le iscrizioni sono aperte dalle 8 del 22 gennaio alle 20 del 22 febbraio 2016: si può interrompere il procedimento senza perdere i dati inseriti durante tutto il periodo di iscrizione.

    Come detto, le iscrizioni si devono fare solo online. Chi non ha un computer o una connessione, può recarsi direttamente nelle scuole e rivolgersi alla segreteria che compilerà tutti i moduli.

    Si deve accedere al sito del Ministero dell’Istruzione e scegliere la pagina Iscrizioni, seguendo tutti i passaggi. Il sito è abbastanza chiaro e non dovrebbe creare troppi problemi.

    La prima cosa da fare è registrarsi sul sito del ministero, cliccando sull’apposita voce. Al termine della procedura, si riceve un codice utente e una password. È necessario avere una mail attiva e un documento d’identità valido. I dati si possono sempre modificare in ogni istante della procedura (escluso il codice fiscale): una volta fatta la registrazione, si crea una password personale (di almeno 8 caratteri, non più lunga di 14 e con almeno un numero, una lettera maiuscola e una lettera minuscola). La password, per motivi di sicurezza, non viene inviata via mail per cui è necessario segnarla e conservarla con cura.

    A quel punto, viene generato il codice utente che viene inviato via mail. Chi ha completato la registrazione negli anni passati deve rifarla, visto che le vecchie utenze non solo valide.

    La procedura continua con la scelta della scuola. Si deve avere il codice dell’istituto prescelto (e dei due aggiuntivi), che si recuperano alla pagina online “Scuola in chiaro”, sempre sul sito del Miur.

    Con il codice utente e password si accede alla pagina dell’iscrizione vera e propria. È necessario cliccare su “Presenta una nuova domanda d’iscrizione”, inserendo il codice della scuola: a quel punto, bisogna compilare la sezione dei dati anagrafici e quella relativa alla scuola prescelta. Durante la procedura è possibile modificare i dati, visualizzarli e salvarli in pdf prima dell’invio. Una volta controllato tutto, la domanda viene inviata direttamente dal sito e si riceve una mail di notifica: tutte le informazioni relative allo stato di iscrizione verranno inviate in posta elettronica, fino all’accoglimento della domanda. Una volta che la procedura è terminata, non è possibile modificarla: in caso, ci si può rivolgere alla scuola.

    Terminato l’iter, è possibile visualizzare lo stato della domanda alla voce “Visualizza Situazione Domande”. Se “Inoltrata” vuol dire che è stata recapitata alla prima scuola scelta: una volta che saranno chiuse le iscrizioni, l’istituto valuterà tutte le domande. Se “Accettata”, significa che l’iscrizione è completata; “Smistata” indica che la domanda è stata inviata alle altre due scuole indicate come alternative. Può capitare di leggere la voce “Restituita alla famiglia”, solo durante l’apertura delle iscrizioni: una volta controllata la domanda, insieme all’istituto, si deve rinnovare l’inoltro.

    Chi deve iscrivere più figli può farlo con una sola registrazione. Le graduatorie non vengono stilate in base alla data di iscrizione: ogni giorno e ora è valido.

    989

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaScuola

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI