Strangola la moglie e tenta il suicidio: lei lo aveva già denunciato per molestie

Strangola la moglie e tenta il suicidio: lei lo aveva già denunciato per molestie

Erano entrambi di origini marocchine

da in Cronaca, Cronaca Nera, Omicidi, Reati, Suicidi, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    Strangola la moglie e tenta il suicidio: lei lo aveva già denunciato per molestie

    Cremona è stata segnata da una tragedia avvenuta nella notte. In Via annona, in una palazzina di 5 piani, un uomo ha ucciso la moglie e subito dopo ha tentato di togliersi la vita. Lei aveva già denunciato, tempo prima, il marito per maltrattamenti.

    La tragica vicenda è avvenuta poco dopo la mezzanotte di lunedì, nella palazzina in cui i coniugi di origini marocchine vivevano: la vittima si chiamava Nadia Guessons.

    Secondo le prime ricostruzioni diffuse dalle Forze dell’Ordine, l’uomo avrebbe ucciso la moglie, poi, prima di tentare il suicidio, avrebbe avvertito dell’accaduto e delle sue intenzioni i Carabinieri, che sono intervenuti sul posto, prima che si compisse la seconda tragedia.

    Nadia Guessons lavorava presso un istituto gestito da suore, nel centro di Cremona e già in passato aveva dovuto fare i conti con l’aggressività del marito. Lo aveva infatti già denunciato più volte per maltrattamenti di varia entità, ma nessun provvedimento era mai stato disposto nei confronti dell’uomo.

    La palazzina in cui si è consumato l’omicidio si trova fuori dal centro storico e i vicini non hanno percepito alcun rumore, né grida.

    I due figli della coppia, uno minorenne e l’altro di circa 20 anni, sembra non fossero in casa nel momento del delitto.

    Ora la Polizia di Cremona ha aperto un’inchiesta.

    272

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaCronaca NeraOmicidiReatiSuicidiViolenza sulle donne

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI