Imprenditore muore e lascia eredità da 1,5 milioni di euro ai suoi dipendenti

Imprenditore muore e lascia eredità da 1,5 milioni di euro ai suoi dipendenti

Il premio l'hanno ricevuto in busta paga

da in Buone notizie, Cronaca, Eredità
Ultimo aggiornamento:
    Imprenditore muore e lascia eredità da 1,5 milioni di euro ai suoi dipendenti

    Si chiamava Pietro Macchi ed era un imprenditore. Ha lavorato tutta la vita nell’azienda che lui stesso aveva fondato. Lo scorso giugno, all’età di 87 anni è passato a miglior vita, lasciando un inaspettato regalo ai suoi dipendenti: un’eredità da 1,5 milioni di euro.

    Fondatore della Enoplastic di Bodio Lomnago, in provincia di Varese, come un perfetto deus ex machina, ha deciso tutto per la sua azienda, fino alla fine: offrire i suoi risparmi ai dipendenti è stata una delle sue ultime volontà.

    Il premio deciso da Macchi e scritto nero su bianco nel suo testamento, è stato distribuito ai 280 dipendenti, con importi variabili, in base al livello di servizio e all’anzianità, nella busta paga di dicembre.

    E sono stati i lavoratori stessi a rendere noto l’encomiabile gesto dell’imprenditore: alla busta paga era allegata una lettera scritta dalla moglie, in cui la donna ricordava il forte legame che da sempre aveva unito suo marito alle persone che lavoravano nella sua azienda.

    Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, ai dipendenti più giovani, sono stati devoluti 2mila euro, cifra 5 volte superiore per gli operai più anziani.

    Giovanna, figlia dell’imprenditore e attualmente amministratore delegato insieme a Michele Moglia, ha dichiarato: ‘Ha agito nella piena autonomia delle proprie decisioni, con la collaborazione di un notaio di fiducia e di un consulente del lavoro’.

    Il signor Macchi è sempre stato un uomo di buon cuore: nel corso della sua vita infatti, ha compiuto molto gesti di beneficenza, anche nei confronti dell’Ospedale di Varese, che più volte l’ha avuto come ‘ospite’.

    In un’occasione, dopo aver testato personalmente le scarse condizioni di un’ambulanza su cui era stato trasportato, ha subito provveduto ad acquistarne una nuova.

    La Enoplastic, fondata nel lontano 1957, attualmente è leader del mercato nel settore delle capsule e chiusure per bottiglie di vino. Conta quattro filiali, in Spagna, Nuova Zelanda, Australia e Stati Uniti ed esporta in 86 paesi del mondo.

    400

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Buone notizieCronacaEredità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI