NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Mafia: il boss canta ‘Volare’ dopo l’omicidio del rivale

Mafia: il boss canta ‘Volare’ dopo l’omicidio del rivale

Le fasi dell'agguato in un video ricostruito dai carabinieri

da in Antimafia, Carabinieri, Cronaca, Mafia
    Omicidio Sciacchitano, Salvatore Profeta canta Volare

    Nel corso dell’operazione ”Stirpe” della polizia di Stato di Palermo, capi ed esponenti di spicco della mafia sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. Gli investigatori della Squadra mobile hanno individuato e arrestato anche Salvatore Profeta, capo della famiglia di Santa Maria di Gesù. Il boss mafioso venne arrestato per la strage di via d’Amelio del 19 luglio 1992, nella quale persero la vita il giudice Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Il capo del clan di Cosa nostra fu poi scarcerato a ottobre del 2011 a seguito della revisione del processo.

    Non appena è stato rimesso in libertà, secondo gli investigatori, Profeta ha ripreso le redini del mandamento. La Polizia, nel corso dell’operazione ha proceduto ad altri arresti che hanno colpito, oltre al capo cosca Salvatore Profeta, altri esponenti di spicco, decapitando la famiglia mafiosa di Santa Maria di Gesù. Contestati i reati di associazione mafiosa, estorsione e rapina.

    Il provvedimento è stato eseguito anche nei confronti di Rosario e Antonino Profeta, nipote e figlio del boss, rispettivamente impegnati nella gestione delle attività imprenditoriali e nelle estorsioni.

    Oltre ai familiari, i provvedimenti cautelari sono stati eseguiti anche nei confronti di altri affiliati: Francesco Pedalino, Giuseppe Galati e Antonino Palumbo.

    Nel video invece sono raccolte alcune delle varie fasi dell’agguato del 3 ottobre 2015 in cui è stato ucciso Salvatore Sciacchitano, nella ricostruzione effettuata dai Carabinieri. I militari hanno diffuso un filmato che documenta l’esecuzione avvenuta in strada a Palermo che non ha lasciato scampo al 29enne pregiudicato. Dopo l’omicidio, si sente la voce del boss Salvatore Profeta che canta una canzone di Domenico Modugno.

    311

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntimafiaCarabinieriCronacaMafia
    PIÙ POPOLARI