NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Pensionato perde tutto col decreto Salva Banche e si suicida: dramma a Civitavecchia

Pensionato perde tutto col decreto Salva Banche e si suicida: dramma a Civitavecchia

L'uomo aveva perso i risparmi di una vita dopo il fallimento della banca

da in Banche, Cronaca, Cronaca Nera, Suicidi
    Pensionato perde tutto col decreto Salva Banche e si suicida: dramma a Civitavecchia

    Un pensionato di 70 anni di Civitavecchia si è suicidato dopo aver perso i risparmi conservati nella Banca Etruria, una delle quattro banche interessate dal decreto Salva Banche (le altre sono Banca Marche, Carife e Carichieti). Secondo quanto ricostruito dal sito Etruria News, il primo a dare la notizia, il 70enne, ex dipendente dell’Enel, si è impiccato con una corda alla ringhiera del balcone di casa. Il fatto è avvenuto il 28 novembre, ma la notizia si è diffusa ora dopo il ritrovamento della lettera d’addio sul suo computer. Nello scritto, il pensionato spiega di aver scelto il suicidio dopo aver perso i risparmi accumulati in tutta la vita.

    Il dramma è collegato al decreto Salva Banche con cui il governo, a fine novembre, è intervenuto a seguito del fallimento di 4 banche, tra cui quella in cui il 70enne conservava oltre 110mila euro, tra obbligazioni, lingotti d’oro e contanti. Con l’azzeramento delle azioni, l’uomo aveva visto svanire i suoi soldi, come ha spiegato nella lettera trovata dagli inquirenti sul suo pc. Correntista da 50 anni, rivela il direttore del sito, da mesi cercava di rientrare in possesso dei suoi beni, prima che la banca dichiarasse fallimento: dalle prime ricostruzioni dei media locali, il 70enne avrebbe anche accettato una cifra inferiore a quanto posseduto, pur di non perdere tutto.

    Si era rivolto a diverse persone e consulenti, ma non c’era stato nulla da fare. Secondo Etruria News, il pensionato aveva ricevuto anche rassicurazioni dalla banca stessa, nonostante gli fosse stato cambiato il profilo da basso ad alto rischio.

    Per tutti questi motivi, la vicenda ha visto l’intervento di diverse associazioni di consumatori, come Adusbef e Federconsumatori, e del collettivo “Vittima del Salva Banche”, che hanno chiesto l’intervento della Procura di Civitavecchia perché indaghi per istigazione al suicidio, ma anche per stabilire se il decreto sia compatibile con le norme penali e l’articolo 47 della Costituzione sulla tutela del risparmio.

    La vicenda ha scatenato già le prime reazioni della politica. Matteo Salvini ha infatti dichiarato che la morte del 70enne è un “suicidio di Stato” e ha annunciato la sua presenza a un’assemblea del collettivo “Vittima del Salva Banche”.

    454

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BancheCronacaCronaca NeraSuicidi
    PIÙ POPOLARI