‘Non l’ho violentata, sono inciampato e l’ho penetrata involontariamente’

‘Non l’ho violentata, sono inciampato e l’ho penetrata involontariamente’

E' l'incredibile difesa di un milionario inglese accusato di stupro

da in Cronaca, Cronaca Nera, Stupri, Violenza sulle donne
Ultimo aggiornamento:
    ‘Non l’ho violentata, sono inciampato e l’ho penetrata involontariamente’

    ‘Non l’ho violentata, sono inciampato e l’ho penetrata involontariamente’: se non ci fossero le prove scritte, si potrebbe pensare a uno scherzo di pessimo gusto. E invece è la bizzarra difesa ordita da un milionario inglese accusato di aver violentato una giovane 18enne.

    Il fatto è accaduto nell’agosto del 2014: Ehsan Abdulaziz, 46 anni, dopo aver incontrato in un club, la 18enne, che conosceva da circa sei mesi, e la sua amica della stessa età, ha portato entrambe nel suo appartamento.

    L’imprenditore immobiliare si è subito chiuso nella sua stanza per fare sesso con la giovane che conosceva, mentre l’amica dormiva sul divano.

    Al mattino seguente, la ragazza che ancora era assopita nel salotto, è stata svegliata da Abdulaziz che era su di lei e la stava penetrando. A quel punto la giovane infuriata, si è alzata ed è fuggita, chiamando la Polizia.

    Questo è quanto ha dichiarato la ragazza, ma l’uomo ovviamente ha fornito una versione totalmente differente e alquanto incredibile.

    Abdulaziz ha raccontato di essere uscito dalla camera da letto e di essere inciampato in salotto, mentre era diretto in cucina per prendere dell’acqua.

    La ragazza sul divano l’avrebbe adescato, passandosi la mano sulle parti intime, tuttavia la cosa non ha portato ad alcun rapporto sessuale, poiché improvvisamente la 18enne si è infuriata senza motivo e se n’è andata.

    Dalle indagini eseguite e dal test del DNA, sono emerse tracce del liquido seminale di Abdulaziz nella ragazza.

    Dinanzi alle nuove prove inconfutabili, il legale dell’imprenditore avrebbe fornito una nuova versione dei fatti:

    ‘Abdulaziz aveva fatto sesso con l’amica della ricorrente e, quando è andato in salotto, il suo pene era ancora eretto e aveva dello sperma sulle mani. A quel punto la ragazza ha spinto le mani dell’uomo verso la propria vagina’.

    L’uomo dal canto suo, ha affermato di essere effettivamente scivolato su di lei e che accidentalmente il suo pene potrebbe averla penetrata.

    375

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaCronaca NeraStupriViolenza sulle donne
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI