NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Blitz contro i Casalesi, in fuga il sindaco di Trentola Ducenta

Blitz contro i Casalesi, in fuga il sindaco di Trentola Ducenta

Il primo cittadino è accusato di aver fiancheggiato il boss Michele Zagaria

da in Antimafia, Arresti, Camorra, Clan dei Casalesi, Criminalità Organizzata, Cronaca
Ultimo aggiornamento:
    Blitz contro i Casalesi, anche il sindaco in fuga

    In fuga, come un criminale provetto. Dalle prime ore della mattina Michele Griffo, sindaco di Trentola Ducenta, in provincia di Caserta, è ricercato dagli uomini della Polizia di Caserta e dai Carabinieri del Ros per l’ordinanza di custodia cautelare emessa nei suoi confronti dal Gip di Napoli. Nel corso del blitz sferrato dalle forze dell’ordine contro il clan dei Casalesi, il primo cittadino (con altre tre persone), è riuscito a darsi alla fuga ed è attualmente irreperibile: nei suoi confronti c’è l’accusa di aver fatto parte del gruppo di “colletti bianchi” che fiancheggiano il clan Zagaria.

    L’operazione ha inferto un duro colpo al clan, mettendo sotto sequestro un intero centro commerciale dal valore di 60 milioni di euro riconducibile direttamente al boss Michele Zagaria: si tratta del Jambo 1, uno dei più grandi del Sud Italia, che si trova per l’appunto nel paesino di Trentola Ducenta.

    Il blitz, rivolto a 28 destinatari dell’ordinanza (24 per la custodia cautelare in carcere), ha coinvolto imprenditori, politici e consulenti e ha permesso di svelare “un complesso sistema criminale finalizzato al riciclaggio dei proventi dei delitti consumati dagli indagati”. Le indagini hanno svelato come il boss, in carcere dal 2011 in regime di 41bis, riuscisse a permeare il sistema produttivo della zona, manovrando politica, istituzioni e tessuto imprenditoriale.

    I reati contestati comprendono l’associazione a delinquere di stampo camorristico, concorso esterno in associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, estorsione, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, abuso d´ufficio, truffa, turbata libertà degli incanti.

    281

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntimafiaArrestiCamorraClan dei CasalesiCriminalità OrganizzataCronaca
    PIÙ POPOLARI