Attentati Parigi 2015: Nostradamus aveva predetto

Attentati Parigi 2015: Nostradamus aveva predetto

Anche Roma è nelle oscure profezie dell'astrologo

    Attentati Parigi 2015: Nostradamus aveva predetto

    Dopo gli attentati a Parigi che hanno sconvolto il mondo, tra gli appassionati di profezie stanno circolando alcuni discorsi di Nostradamus, che in qualche modo avrebbe ”predetto” quello che sta succedendo ai giorni nostri, ossia la vigilia della Terza Guerra Mondiale, con l’accanimento iniziale proprio sulla Francia. Ma si parla anche di Roma, e a pochi giorni dal Giubileo di Papa Francesco, alcune profezie dell’astrologo del ’500 assumono un’eco sinistra.

    In una quartina del libro intitolato ”Le Profezie”, ovvero una raccolta di quartine in rima che molti pensano contenente le previsioni del futuro, Nostradamus scriveva: ”La grande guerra inizierà in Francia e poi tutta l’Europa sarà colpita, lunga e terribile essa sarà per tutti….poi finalmente verrà la pace ma in pochi ne potranno godere”. Secondo un altro passo del libro del famoso astrologo francese del 1500: ”Ci saranno tanti cavalli dei cosacchi che berranno nelle fontane di Roma“. E dunque: ”…Roma sparirà e il fuoco cadrà dal cielo e distruggerà tre città. Tutto si crederà perduto e non si vedranno che omicidi; non si sentirà che rumori di armi e bestemmie. I giusti soffriranno molto. (…) Roma perderà la fede e diventerà il seggio dell’Anticristo.

    I demoni dell’aria, con l’Anticristo, faranno dei grandi prodigi sulla terra e nell’aria e gli uomini si pervertiranno sempre di più…

    E sono queste parole che mettono timore se si pensa che uno dei prossimi obiettivi possa essere anche Roma, che l’8 dicembre accoglierà il Giubileo voluto da papa Francesco.

    281

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI