Cimitero trasformato in una piazza di spaccio: il pusher era convinto che lì non lo avrebbero mai scoperto

da , il

    Cimitero trasformato in una piazza di spaccio: il pusher era convinto che lì non lo avrebbero mai scoperto

    Un cimitero della provincia di Milano, è stato trasformato in un punto di spaccio, fino a che non è stato smascherato dalla Polizia. E’ successo a Crescenzago, dove in Via del Ricordo, un tunisino di 51 anni è stato sorpreso a spacciare droga.

    Gli artefici dell’operazione sono stati i poliziotti del commissariato di Sento S. Giovanni: hanno perquisito l’uomo e gli hanno trovato addosso qualche grammo di stupefacenti. Non si sono però limitati a questo, hanno deciso infatti di addentrarsi nel cimitero, nelle vicinanze, per verificare che non fosse nascosta dell’altra droga.

    Il loro sospetto era più che legittimato dai numerosi fatti di cronaca che hanno visto coinvolto il celebre cimitero, sconsacrato ormai da oltre trent’anni: ad esempio, nell’ultimo periodo, erano stati avvistati diversi senzatetto dormire all’interno di alcune tombe familiari, con tutto lo sconcerto immaginabile, da parte dei parenti coinvolti.

    Inoltre, lo spaccio di droga intrecciato alle maglie di questo luogo è connesso anche a un’aggressione di un marocchino, avvenuta per mano di un gruppo di nordafricani, che lo avevano accusato di aver rubato 60 grammi di eroina, proprio dall’ex camposanto. L’uomo era stato ferocemente picchiato, tanto che aveva dovuto subire l’asportazione della milza.

    I Poliziotti si sono messi così, alla ricerca di altri tesori nascosti: inforcate le pale, non hanno dovuto scavare poi molto, per trovare mezzo chilo di eroina.