Soldi trovati e restituiti: i casi più eclatanti

Soldi trovati e restituiti: i casi più eclatanti
da in Cronaca
Ultimo aggiornamento: Martedì 22/11/2016 16:26

    Soldi trovati e restituiti: sembrerebbe una contraddizione, specialmente nella nostra società in cui si sente spesso parlare di avidità e di brama di denaro. In cronaca si segnalano spesso casi di truffe ai danni dei cittadini, ma non dobbiamo credere che sia sempre così. Fortunatamente, a volte, qualcuno mostra la propria generosità, anche nelle situazioni più difficili. Ecco di seguito i più recenti casi di gente che ha restituito somme di denaro al legittimo proprietario, senza guadagnarci niente.

    Agosto 2015: il giovane 17enne Maximilian Pircher tornava dalle vacanze in Spagna ed aveva solo 5 euro in tasca, quando, alla stazione centrale di Milano ha trovato e raccolto da terra mille dollari in banconote. Il ragazzo ha dapprima fantasticato su come poter usare quella somma, ma ha preferito consegnarla al più vicino posto di polizia ferroviaria. L’agente dirigente ha voluto chiamare a casa i genitori del ragazzo, dicendosi colpita dal senso civico del ragazzo, nato a Bolzano, e raccontando loro quanto accaduto.

    Una disoccupata ha ritrovato un portafoglio con 500 euro in contanti. E’ successo a Senigallia, in provincia di Ancona. La donna, onesta, ha restituito ciò che aveva trovato e ha rifiutato anche la ricompensa che le è stata proposta. Per questo motivo ha ricevuto una proposta di lavoro. Il portafoglio, infatti, apparteneva all’imprenditore Giovanni Radicchi. Quest’ultimo ha raccontato che tutto è accaduto nel giro di pochi minuti. Si trovava insieme alle sue bambine, quando ha effettuato un prelievo dal bancomat e ha messo la giacca con il portafoglio sotto il passeggino. Poi, poiché ha iniziato a piovere, ha utilizzato la giacca per coprire le bimbe. Probabilmente proprio in quel momento il portafoglio è caduto a terra, senza che lui se ne accorgesse. L’imprenditore ha detto che ha notato la sua mancanza nel momento in cui è andato a comprare le patatine per le bambine e stava per pagare.

    Alcuni ragazzi dell’Ipsia Garbin di Thiene, in provincia di Vicenza, hanno trovato un portafoglio con molti soldi. I giovani lo hanno restituito. All’interno c’erano 222 euro e diverse tessere bancomat. I ragazzi si sono recati al comando di polizia locale e l’hanno riconsegnato. Gli agenti, grazie ai documenti, hanno identificato il proprietario e hanno restituito il portafoglio.

    All’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia un barelliere di 26 anni, originario di Benevento, durante il suo turno di lavoro, ha trovato un portafoglio, con all’interno 904 euro. C’erano anche i documenti della proprietaria, che aveva bisogno di quei soldi per pagare il funerale della nonna. Il ragazzo si è rivolto ai carabinieri. La proprietaria aveva già sporto denuncia ed è rimasta molto sorpresa, quando ha visto che i suoi soldi non erano stati toccati.

    Un immigrato nigeriano, Samuel Ademokun Oladeji, di 43 anni, ha trovato a Piazza Armerina, in provincia di Enna, 4.350 euro. Ha deciso subito di portare i soldi trovati per caso sul marciapiede ai carabinieri. Questi ultimi sono riusciti a contattare il legittimo proprietario del denaro, che è residente a Palermo. Samuel ha raccontato di stare camminando, quando all’improvviso ha visto i soldi per terra. Li ha raccolti e li ha portati ai carabinieri. Al momento il cittadino nigeriano è senza lavoro, ma presto tornerà in Germania, dove troverà un’occupazione.

    Uno dei casi che è destinato a colpire di più l’opinione pubblica è quello che è accaduto ad Olbia, in seguito all’alluvione che ha colpito la Sardegna. Ad una donna di 55 anni era stato donato un giubbotto, dopo aver perso tutto nella sua casa allagata. La donna aveva ritirato alcuni vestiti presso un centro di smistamento e si è resa conto che dentro la tasca interna del giubbotto c’erano 1.180 euro in contanti. Invece di tenerli per se stessa, la casalinga ha dimostrato di essere particolarmente onesta e di voler mostrare gratitudine nei confronti di chi era stato generoso con lei. Proprio per questo si è rivolta ai carabinieri, restituendo il denaro rintracciato.

    Ha fatto molto parlare anche la vicenda di Giovanni La Rosa, 36enne palermitano, che nell’agosto scorso ha trovato vicino alle casse di un supermercato, presso il quale lavora, 8 banconote da 500 euro. L’uomo ha deciso di restituire questi soldi, nonostante fosse consapevole del fatto che rappresentassero una grossa cifra. Intervistato dai giornalisti, Giovanni La Rosa ha semplicemente dichiarato che quel denaro non era suo e, quindi, ha deciso di fare quello che andava fatto.

    Un uomo di 49 anni si trovava a Monza. Era il mese di settembre scorso, quando, all’improvviso, ha visto a terra una valigetta. L’ha aperta e vi ha ritrovato dentro 105.000 euro. L’uomo non ha avuto alcun dubbio: ha deciso di portare la valigetta ritrovata presso il commissariato di Polizia. Tra l’altro ha chiesto agli agenti di mantenere l’anonimato. Dai documenti e dalle carte ritrovati all’interno della valigia, si è riuscito a comprendere che il tutto appartenesse ad un cittadino tedesco di 72 anni. E’ stato proprio l’uomo a recuperare il suo numero di telefono e a chiamarlo. I due si sono incontrati proprio presso le forze dell’ordine.

    Non solo gli italiani sono coinvolti in casi di estrema generosità riguardo al denaro, perché un altro caso eclatante è quello che arriva direttamente da Berlino. Thomas Guntner sul sedile posteriore del suo taxi ha ritrovato 250.000 euro. Questi soldi erano stati lasciati da una coppia di anziani, ma il tassista non vi ha pensato un attimo ed ha deciso di riportare il tutto ai legittimi proprietari, chiedendo soltanto il rimborso della corsa extra che ha dovuto compiere. Il denaro era contenuto in una busta di stoffa.

    Una giovane dipendente del dipartimento di giustizia di Harvey, in Louisiana, era alla guida della sua automobile, dopo aver lasciato l’ufficio. Ad un certo punto ha visto un sacco su di un lato della strada. Si è fermata ed è andata a vedere: aprendolo, ha scoperto che conteneva 223.000 dollari. Jessica Luebke ha deciso di chiamare lo sceriffo locale. I soldi erano stati smarriti da un portavalori proveniente dal casinò Boomtown. Le guardie giurate, dopo essersi rese conto del sacco perso, avevano deciso di tornare indietro, percorrendo la stessa strada, nella speranza di ritrovarlo.

    Andrea Tarantino, un precario della Tirrenia, mentre stava svolgendo il suo lavoro, ha trovato una borsa piena di denaro. Quest’ultima era stata dimenticata sotto il cuscino della sua cabina da una signora cinese. In totale si trattava di 26.000 euro. L’uomo stava cambiando le federe e si è imbattuto nel denaro. Come ha raccontato lui stesso, il suo primo pensiero è stato che quei soldi potessero servire per qualcosa di importante, anche per un’operazione ad un bambino. Per questo motivo ha deciso di rispettare le regole e di consegnare il tutto al commissario interno. Già qualche anno prima aveva fatto lo stesso con un braccialetto d’oro ritrovato sotto un letto. La signora cinese è ritornata a cercare la borsa e gli ha consegnato 200 euro di ricompensa. L’azienda ha esposto i suoi vivi complimenti allo stesso Tarantino.

    1669

    PIÙ POPOLARI