Trenitalia in Veneto: Minuetto senza sedili, pendolari in piedi per le biciclette

da , il

    Trenitalia in Veneto: Minuetto senza sedili, pendolari in piedi per le biciclette

    La mattina di mercoledì i pendolari del treno delle 8.01 che percorre la linea Schio-Vicenza, un Minuetto, si sono ritrovati in piedi come spesso accade.. ma questa volta perchè mancavano i sedili a bordo. Al posto delle sedute rastrelliere per biciclette e il treno stesso era dimezzato, nonostante fosse il più frequentato nella stazione alto-vicentina. Trenitalia ha ammesso il disservizio e si è scusata per l’accaduto: «Sono stati inseriti vagoni diversi per errore. Non succederà più, è già stato ripristinato il convoglio normale».

    Per far fronte ai numerosi viaggiatori che usufruiscono della linea, solitamente ci sono due treni “Minuetto” attaccati. I passeggeri hanno chiesto spiegazioni al controllore, ma non ne sapeva nulla. L’azienda ferroviaria assicura che il disagio non si ripeterà e che è stato un caso, una “esigenza di turno” poichè il materiale a bordo era destinato ad ospitare una comitiva provvista di biciclette che sarebbe dovuta partire da Vicenza: «Il treno è stato messo su quella tratta, peraltro piuttosto breve, altrove il disagio sarebbe stato ancora peggiore», ha commentato.

    Una situazione però che non è novità in Veneto, dove qualche giorno fa in piena fascia pendolare (le 18) è stato impiegato da Conegliano verso Belluno lo stesso materiale per il trasporto biciclette su un altro treno Minuetto, smontando anche in questo caso la maggior parte dei posti a sedere.

    Proprio in queste settimane Trenitalia ha deciso di potenziare le offerte per chi volesse abbinare il viaggio in treno al trasporto della propria bicicletta: il 2 giugno scorso è stato inaugurato il “Trenobus delle Dolomiti“, che sarà operativo tutte le domeniche d’estate da Venezia al Cadore, con possibilità di caricarvi fino a 32 bici.