Matteo Renzi contestato anche dalla moglie: Agnese boicotta i test Invalsi

da , il

    Matteo Renzi contestato anche dalla moglie: Agnese boicotta i test Invalsi

    E’ successo martedì scorso: gli alunni di Agnese Landini, la moglie di Renzi, invece che svolgere l’esame di italiano dei test Invalsi ha passato il tempo a scarabocchiare i fogli di esame, invalidando la prova. La 2B dell’Istituto Superiore Balducci di Pontassieve è entrata nella “lista nera” di Matteo Renzi, dove c’è posto per tutti coloro che boicottano i tanto promossi test Invalsi. Non è finita qui: il docente incaricato di controllare lo svolgimento delle prove ha scioperato e la prova di matematica è saltata.

    «Sì, in 2B gli Invalsi sono stati completamente boicottati. Il test di italiano si è svolto, ma gli studenti non lo hanno compilato come si deve. La prova non è valida», queste le amare conclusioni tratte del preside dell’istituto, Giulio Mannucci. Su 20 test previsti al Balducci ne sono saltati ben 7 a conseguenza del boicottaggio, due di questi a causa degli studenti. La professoressa Landini, che insegna italiano presso la scuola, si è sempre proclamata favorevole allo svolgimento delle prove Invalsi, che in questa occasione hanno rappresentato una dura verità per lei in quanto sono anche una sorta di valutazione della qualità dell’insegnamento e la consegna “in bianco” non è di certo un buon biglietto da visita per un insegnante.

    Dopo l’accaduto, guarda caso, Matteo Renzi si è infuocato contro docenti che scioperano e studenti durante l’Arena di Massimo Giletti su Rai1, andata in onda questa domenica, ammonendoli riguardo al boicottaggio dei test. Il preside non è stato da meno, e amareggiato dal comportamento dei ragazzi ha deciso di proporre provvedimenti in merito durante il consiglio di classe previsto per il 3 giugno: «Che gli studenti possano sottrarsi a una prova che viene loro chiesta per farci sopra del ribellismo ludico, giocherellando a fare i rivoluzionari, produce effetti negativi sul clima della scuola. Altrimenti il sistema non si regge più in piedi», ha dichiarato Mannucci.