Il Giornale apre la prima pagina con ‘Schettinen’: molte le polemiche

Il Giornale apre la prima pagina con ‘Schettinen’: molte le polemiche
    Il Giornale apre la prima pagina con ‘Schettinen’: molte le polemiche

    Molte sono le polemiche per il titolo con cui Il Giornale ha aperto oggi, 27 marzo, la sua prima pagina cartacea. Il Giornale scrive “Schettinen”, usando una particolare ironia nei confronti dei tedeschi, in riferimento alla strage dell’aereo caduto in Francia, sulle cui responsabilità sarebbe implicato il copilota tedesco Andreas Lubitz. Un paragone da molti ritenuto ingiustificato tra lo schianto del velivolo e la tragedia della nave da crociera Costa Concordia, affondata il 13 gennaio 2012 anche a causa della scelleratezza del suo capitano Francesco Schettino.

    Sul Giornale di Sallusti viene specificato: “In effetti tra i comandanti Schettino e Lubitz c’è una bella differenza: il primo è un pirla (detto con rispetto, per evitare querele) pericoloso, il secondo è un freddo e lucido assassino.

    Cosa dovremmo dire oggi: «Vi sorprende che fosse un tedesco?»”.

    E poi ha ribadito: “A differenza dello Spiegel, noi non lo pensiamo. Perché come quella sera della Concordia c’era un italiano che gridava a Schettino in fuga «Torni a bordo, c***o», così fuori dalla porta della cabina chiusa dell’Airbus che andava a schiantarsi c’era un tedesco che urlava a Lubitz «Apri la porta, c***o». Che i tedeschi imparino la lezione. Ogni popolo deve fare i conti con le proprie vergogne e i propri eroi”.


    328

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI