Maltempo Toscana tempo reale: ancora disagi al Centro Sud

da , il

    Il maltempo ha devastato il centro Italia

    Nella frazione di Mutignano, nel comune di Pineto, in provincia di Teramo, si è incendiata una condotta del gas. Le fiamme sono altissime e l’incendio è stato causato da uno smottamento dovuto al maltempo, che avrebbe provocato la caduta di un traliccio della corrente. A Napoli tre alberi sono stati sradicati dal vento: uno ha travolto una macchina, un altro ha sfiorato un’edicola. In Molise ci sono molti disagi per la neve e per questo si è deciso di chiudere le scuole. A Campobasso la neve ha raggiunto il mezzo metro, mentre nelle zone di montagna il livello è arrivato ad un metro.

    Un aereo cargo è finito fuori pista all’aeroporto di Ancona. La causa sembra essere stata il vento. Lo stesso aeroporto è stato anche chiuso e poi riaperto. Sull’A25 in Abruzzo ci sono state difficoltà di circolazione a causa della neve.

    La situazione in Toscana

    Tutta la Toscana è coinvolta nei disagi dovuti alle raffiche di vento, che hanno raggiunto anche punte di 150 km/h. In tutte le province della regione ci sono stati blackout elettrici e danni ai tetti e ai cornicioni. La situazione più difficile è quella di Pistoia. Per affrontare le condizioni di estremo disagio, secondo ciò che ha riferito il presidente della regione Toscana, Enrico Rossi, sarà firmato lo stato di emergenza regionale. In questo modo la mobilitazione della Protezione Civile si potrà estendere in tutta la Toscana e i sindaci dei Comuni che hanno registrato i danni possono avviare gli interventi urgenti. Nella provincia di Pistoia la viabilità secondaria è interrotta in molte strade a causa della caduta di alberi. Si sono registrati danni su tutto il territorio. A Prato è crollata una porzione di mura e alcune scuole sono rimaste danneggiate.

    A Pescara la situazione più critica è nella zona sud e tutti i sottopassi sono monitorati in maniera costante. In Toscana molti disagi soprattutto a causa del forte vento. Sono centinaia gli alberi caduti nella zona della Versilia e il vento ha determinato anche l’interruzione di energia elettrica nella regione e soprattutto in Versilia e nel Chianti fiorentino.

    Scuole chiuse a Pistoia, a Prato e problemi alla circolazione ferroviaria tra Viareggio e Massa e tra Prato e Pistoia. Moltissime le chiamate ai vigili del fuoco per i tetti danneggiati e sono intervenuti anche gli uomini della Protezione Civile, per rimuovere gli alberi caduti e per rimettere in sicurezza le abitazioni. I cittadini sono stati invitati a non uscire di casa, a meno che non sia strettamente necessario.

    Il maltempo in Italia si sta abbattendo soprattutto sul centro sud, coinvolgendo in particolare Emilia Romagna, Marche, Umbria, Abruzzo e Lazio. Sono state registrate nevicate anche a bassa quota. E’ stato proclamato uno stato d’allerta anche sulle autostrade. Le tratte più interessate saranno l’A1 Milano-Napoli e l’A14 Bologna-Taranto. Già sono stati attivati i mezzi operativi e sono stati schierati sul campo più di 1.500 uomini che si dedicheranno alla gestione delle attività di prevenzione. Anche i treni locali sono a rilento. Si segnalano in particolare delle difficoltà nella linea ferroviaria tirrenica e nelle linee minori di Toscana e Liguria. Disagi sulla Genova-Ventimiglia per la caduta di un albero, che ha danneggiato la linea elettrica di alimentazione.

    La situazione a Roma

    Molti disagi anche a Roma, dove si è abbattuta una pioggia molto intensa, che non accenna a smettere. Caos del maltempo determinante anche a Pescara e in provincia. In alcuni comuni sono state chiuse le scuole e nel capoluogo adriatico sono state chiuse le golene nord e sud del fiume Pescara. Ovunque sottopassi allagati e strade invase dall’acqua. Anche i soccorsi sono intervenuti in maniera difficoltosa, soprattutto a causa delle strade chiuse. Sono state segnalate persone rimaste bloccate nelle auto.

    Le vittime

    Il maltempo ha fatto anche delle vittime. L’episodio più grave si è verificato in Lucchesia, al confine fra i comuni di Lucca e Borgo a Mozzano. Un grosso masso per il forte vento si è staccato dall’alto, travolgendo un’auto che passava lungo la strada provinciale Lodovica. E’ stato sfondato il tetto del veicolo. Il conducente, un uomo di 41 anni di Camporgiano, è morto, mentre è rimasta illesa la donna che era al suo fianco.

    A Urbino è morta una donna schiacciata da un albero sdradicato dalle fortissime raffiche di vento. La vicenda si è verificata nella zona dei collegi universitari. La donna era scesa dall’autobus ed è stata travolta dall’albero. Nonostante i soccorsi immediati, è morta dopo essere arrivata in ospedale. Ci sono stati anche 5 feriti. Fra questi due vigili del fuoco colpiti da un palo di cemento a Figline Valdarno, in provincia di Firenze.