NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Maltempo in Emilia Romagna: sale il livello del Po, è allarme

Maltempo in Emilia Romagna: sale il livello del Po, è allarme
da in Cronaca, Fiumi, Maltempo, Protezione civile
Ultimo aggiornamento:
    Maltempo in Emilia Romagna: sale il livello del Po, è allarme

    La pioggia non concede tregua e il livello del Po cresce di ora in ora. Nell’ultimo bollettino, l’Aipo ha comunicato il superamento del livello di criticità moderata in diverse zone del piacentino e del reggiano. La Protezione civile, invitando la popolazione a non avvicinarsi alle aree golenali e agli argini, aveva attivato la fase di allarme nelle province di Parma, Piacenza e Reggio Emilia già dalla mattina di giovedì 13 novembre alle 4.

    L’acqua ha raggiunto sabato mattina i 7,54 metri a Boretto, in provincia di Reggio Emilia. E’ cresciuto fino a 8 metri qualche ora dopo a Casalmaggiore, nel mantovano. Zone che restano con livelli di criticità preoccupante, soo in particolare nei comuni di Boretto, Borgoforte e Casalmaggiore; criticità moderata invece a Colorno, Mezzani, Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla e Luzzara. Da allarme anche il livello del Crostolo (nei comuni di Cadelbosco, Castelnovo Sotto, Gualtieri, Guastalla), mentre è cessato quello dei fiumi Taro, Baganza e Parma.



    Una nuova fase di allarme è stata attivata dalla protezione civile per il Po a Piacenza da lunedì 17: viste le nuove precipitazioni si prevede il superamento del livello 2 nel pomeriggio-sera di domani e del livello 3 per lunedì mattina. L’innalzamento del livello, al momento, prevede l’allagamento delle sole aree golenali. Da lunedì mattina sarà quindi attiva la fase di allarme (a criticità elevata) nei comuni piacentini di Calendasco, Caorso, Castel San Giovanni, Castelvetro Piacentino, Monticelli d’Ongina, Piacenza, Rottofreno, Sarmato, Villanova sull’Arda e in quelli parmigiani di Polesine Parmense, Roccabianca, Sissa Trecasali e Zibello

    351

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaFiumiMaltempoProtezione civile
    PIÙ POPOLARI