America’s Cup, il deputato Luigi Cesaro sarà ascoltato dal PM

America’s Cup, il deputato Luigi Cesaro sarà ascoltato dal PM
da in Cronaca, Intercettazioni, Luigi de Magistris, Magistratura
Ultimo aggiornamento:
    America’s Cup, il deputato Luigi Cesaro sarà ascoltato dal PM

    E’ stato fissato per venerdì 14 novembre l’interrogatorio del deputato ed ex presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro davanti al pm Graziella Arlomede nell’ambito dell’inchiesta sull’edizione 2012 dell’America’s Cup. L’interrogatorio è stato chiesto da Cesaro, raggiunto nelle scorse settimane dall’avviso di conclusione delle indagini, che offre agli indagati la facoltà di poter essere sentiti dal pm entro 20 giorni. Cesaro è indagato per abuso d’ufficio in concorso con il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il governatore della Campania Stefano Caldoro e l’ex presidente dell’Unione Industriali di Napoli Paolo Graziano: la Procura di Napoli ritiene illegittima la scelta degli enti locali Comune, Provincia e Regione di costituire la società di scopo Acn (America’s Cup Napoli) con l’Unione Industriali con una procedura senza evidenza pubblica. L’Acn ha poi coordinato l’organizzazione della kermesse velica.

    L’interrogatorio di Luigi de Magistris è stato chiesto dal sindaco, dopo la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini, che offre agli indagati la facoltà di poter essere sentiti dal pm entro 20 giorni. De Magistris è indagato per concorso in abuso d’ufficio: l’accusa ritiene illegittima la scelta degli enti locali Comune, Provincia e Regione di costituire la società di scopo Acn (America’s Cup Napoli) con l’Unione Industriali con una procedura senza evidenza pubblica. L’Acn ha poi coordinato l’organizzazione della kermesse velica.

    Claudio de Magistris, fratello minore del sindaco di Napoli e consulente a titolo gratuito del Comune per i Grandi Eventi, avrebbe compiuto “pesanti interferenze sulle procedure per la realizzazione dell’edizione 2013 dell’America’s Cup“. Lo scrivono i pm napoletani Graziella Arlomede e Marco Bottino in un documento investigativo allegato agli atti dell’avviso di conclusione delle indagini del primo filone di inchiesta, relativo all’edizione 2012. Tra i 18 indagati che rischiano il processo ci sono il sindaco de Magistris, il governatore della Campania Stefano Caldoro, l’ex presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro, deputato di Forza Italia, e l’ex presidente dell’Unione Industriali partenopea Paolo Graziano.

    In questi giorni si stanno svolgendo gli interrogatori degli indagati che ne hanno fatto richiesta alla Procura.

    Nel primo filone Claudio de Magistris non è indagato. E’ invece indagato nel secondo – ancora aperto – che riguarda l’edizione America’s Cup dell’anno successivo. I pm citano alcune intercettazioni telefoniche finora inedite.

    Il cellulare sotto controllo è quello di Mario Hubler (anch’egli indagato per l’edizione 2013), che tra la prima e la seconda edizione ha preso il posto di Graziano nel ruolo di amministratore di America’s Cup Napoli (Acn), la società di scopo nata per gestire la kermesse velica. “Nel corso delle intercettazioni a carico di Hubler sono emerse pressioni agite da Claudio de Magistris, persona di fiducia del sindaco, che addirittura convoca presso il proprio ufficio il vincitore della gara avente ad oggetto l’organizzazione dell’evento, provocando il disappunto dell’Hubler“, affermano i pm.

    Vengono riportate nove comunicazioni telefoniche: sette chiamate e due sms intercorsi a vario titolo tra diversi soggetti tra cui Hubler, de Magistris jr, il portavoce dell’Acn e il capo di gabinetto del sindaco Attilio Auricchio (anch’egli indagato per l’edizione 2013). Intercettazioni dalle quali emerge chiaramente l’irritazione di Hubler per le intromissioni di de Magistris jr nell’aggiudicazione di una gara d’appalto.



    634

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CronacaIntercettazioniLuigi de MagistrisMagistratura
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI