Scuola 2014, novità: tablet, inglese e liceo sportivo

Scuola 2014, novità: tablet, inglese e liceo sportivo

    La scuola 2014 presenta delle novità molto importanti. Fra queste, l’uso dei tablet, il potenziamento dell’inglese e l’istituzione del liceo sportivo, oltre che di quello musicale. In campo ci sono molti nuovi elementi, che entreranno nel settore, a partire dal nuovo sistema di valutazione nazionale, passando per le scuole aperte al pomeriggio e finendo con i licei di 4 anni. Si pensa anche ad un’accentuazione dell’uso di internet, che potrebbe diventare un vero e proprio punto di riferimento per tutto il sistema formativo italiano.

    Il Governo promette, tra i punti della riforma della scuola, anche una minore spesa, specialmente per aiutare le famiglie in difficoltà nell’acquisto dei libri di testo. Complessivamente sono 103 milioni di euro i fondi destinati ai nuclei familiari meno abbienti.

    VALUTAZIONE – Da settembre di quest’anno entrerà in vigore il nuovo sistema di valutazione nazionale. Sarà un metodo che servirà a segnalare le debolezze e i punti di forza riscontrati all’interno dei singoli istituti, una specie di “carta d’identità” della scuola.

    SCUOLE APERTE IL POMERIGGIO – Già alcune scuole di Milano e della capitale hanno adottato questo modello: si tratta di scuole aperte anche nelle ore pomeridiane. In questi istituti, oltre alle lezioni, gli alunni potranno svolgere i compiti, potranno praticare sport, fare musica e attività ricreative, a volte anche nei giorni di sabato e di domenica. Potrebbero avere in questo senso un ruolo importante nella gestione le associazioni dei genitori.

    LICEO SPORTIVO – Da quest’anno entrerà in vigore anche un nuovo percorso di studi, volto alla formazione di atleti e professionisti sportivi. L’anno scorso il liceo sportivo era stato istituito soltanto in via sperimentale. In questo nuovo tipo di percorso si studieranno anche diritto ed economia dello sport.

    LICEI DI 4 ANNI – Nel 2014 proseguirà la sperimentazione dei licei di 4 anni. Il ministro Stefania Giannini ha dichiarato di voler procedere con prudenza in questo senso, ma quest’anno sarà l’occasione per analizzare i dati e i risultati che ne potrebbero derivare.

    TABLET ED INTERNET – In primo piano i tablet per l’approfondimento delle materie, ma soprattutto si punta sulla connessione ad internet veloce, in modo da disporre sempre di informazioni non per forza legate a strumenti tecnologici, che nel giro di pochi anni potrebbero diventare obsoleti. Verrà lanciata in Italia l’iniziativa code.org, una piattaforma informatica già in uso negli Stati Uniti e in Inghilterra, che riunisce associazioni, università e imprese.

    LICEO MUSICALE – Quest’anno arriveranno al traguardo dell’esame di Stato anche gli studenti del liceo musicale, introdotto dalla riforma Gelmini. Il percorso di studi è rivolto all’apprendimento della musica, della danza e del ruolo svolto da queste discipline nella cultura.

    APPRENDISTATO – E’ prevista una maggiore possibilità di interscambio fra apprendimento e lavoro e i periodi di apprendistato diventeranno dei crediti da far valere alla Maturità.

    INGLESE – Sarà introdotto l’insegnamento, nell’ultimo anno della scuola secondaria superiore, di una materia in lingua straniera, in inglese.

    568

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI