Fare l’amore in pubblico? Coppia di Napoli beccata all’Università

da , il

    Fare l’amore in pubblico? Coppia di Napoli beccata all’Università

    Fare l’amore in pubblico? E’ successo a Napoli, all’Università Federico II. La vicenda sarebbe accaduta lo scorso 8 marzo. Molto probabilmente i due volevano festeggiare in questo modo la festa della donna. In ogni caso tutto è avvenuto sotto gli occhi di alcuni testimoni, che hanno raccontato la curiosa vicenda. Secondo le testimonianze, due studenti dell’Università sarebbero stati sorpresi a fare l’amore davanti a tutti, nel sottoscala della Facoltà di Fisica. Il luogo, precisamente, è quello dell’edificio di Monte Sant’Angelo.

    A riportare la notizia è stato il Corriere dell’Università, che ha dato anche alcuni dettagli relativamente ai due. Sembra che lui avesse i capelli rasati e lei rossi. Non si hanno altre informazioni sulla notizia, ma sembra che tutto sia avvenuto proprio sulle scale di emergenza dell’edificio.

    Il caso di Rovigo

    Una passione travolgente, a cui non si può resistere: deve essere stata questa a spingere, nel 2012, una coppia di Rovigo a lasciarsi andare a effusioni sempre più spinte nell’auto, parcheggiata in una piazzola della Commenda, in pieno giorno. I due amanti focosi non hanno badato né all’ora né alla gente, tanta, che affollava la zona, per la maggior parte donne di ritorno dalle commissioni della mattinata e persone anziane. Tra questi però anche un passante che non ha esitato a chiamare la polizia: i due, colti sul fatto, sono stati denunciati per atti osceni in luogo pubblico e rischiano la reclusione da tre mesi a tre anni o una multa da 51 a 309 euro. Non è certo il primo caso di amanti focosi pizzicati ad amoreggiare in pubblico, ma a differenza di altri casi, non si tratta di adolescenti o ragazzini: l’uomo ha circa una sessantina d’anni, mentre la donna ne ha 38. I due si sono incontrati nell’auto lo scorso lunedì mattina, intorno alle 10: prima due chiacchiere, poi qualche bacio e carezza, fino a cedere del tutto alla passione, davanti agli occhi increduli dei passanti che hanno assistito alla scena sempre più bollente. Solo l’intervento della polizia ha interrotto l’idillio: ora i due sono stati denunciati.

    Pizzicati due minorenni ad Agrigento

    Ad Agrigento una coppia di minorenni è stata beccata in atteggiamenti a dir poco intimi in pubblico. Non è la prima volta che in Italia accadono casi di questo genere. I due, a quanto pare minorenni, si sono lasciati andare ad una scena di sesso orale, senza curarsi dei passanti, i quali, mossi da curiosità, hanno assistito al rapporto per strada. Sembra che alcuni abbiano ripreso il tutto anche con il cellulare. Il fatto si è verificato vicino al locale Aquaseltz, che si trova nei pressi del porticciolo di San Leone. I due ragazzi pensavano probabilmente che, essendo le due del mattino, non sarebbero stati visti da nessuno. Al contrario, nonostante l’ora tarda, in molti si sono ritrovati a passare nella zona, ma i due giovani non si sono curati dei passanti e hanno portato a termine il tutto. Poi sono andati via.

    Calorose performance in un parcheggio a Enna

    Non si placano gli spiriti bollenti. Anche se l’estate volge al termine continuano le segnalazioni di coppie focose, impegnate ad amoreggiare in luoghi pubblici. Questa volta accade a Enna, dove una coppia giovanissima è stata sorpresa a fare sesso in un parcheggio nei pressi di un condominio. A sorprenderli la Squadra Mobile, allertata da segnalazioni giunte nei giorni precedenti. Gli abitanti del condominio e i passanti avevano infatti visto i due cimentarsi in performance più che calde, incuranti delle persone che passavano.

    Gli incontri amorosi dei due giovani, lui 21 anni, lei appena sedicenne, duravano da un po’ di tempo: rapiti dalle gioie del sesso, non badavano ai passanti o agli abitanti della zona, ma la cosa ha iniziato a dare troppo nell’occhio.

    Così sono scattate le prime segnalazioni e, nella serata di martedì, la Squadra Mobile è giunta sul posto: qui un passante ha indicato loro il luogo esatto dove la coppia si era appartata. Gli agenti hanno beccato i due ragazzi impegnati in effusioni passionali, trovando lui, nudo, fuori dalla macchina dove stava “consumando” con la compagna, anch’essa nuda, che è riuscita a nascondersi per un momento all’interno della macchina.

    Gli agenti hanno invitato i giovani amanti a rivestirsi e li hanno denunciati presso i tribunali di competenza: forse la disavventura sarà servita a calmare i bollenti spiriti.

    Beccata una coppia a villa Pamphili

    Una coppia di amanti è stata scoperta a consumare il loro rapporto d’amore in pubblico a Roma, precisamente a Villa Pamphili. La polizia li ha beccati mentre facevano l’amore completamente nudi alle spalle di una fontana, assolutamente noncuranti delle numerose persone che si stavano aggirando nel parco, che vista l’ora (erano le 18.00 del pomeriggio) era piuttosto frequentato.

    La pattuglia del commissariato di Trastevere stava semplicemente facendo un giro di perlustrazione quando alcuni passanti l’hanno avvicinata per indicargli il luogo dove l’uomo e la donna si stavano accoppiando senza badare a nessuno. Accortisi della presenza della Polizia, i due si sono finalmente fermati e hanno iniziato a rivestirsi.

    La coppia, due romani, lui di 45 ani e lei di 28, erano sprovvisti di documenti e sono stati prima accompagnati al commissariato di Polizia scientifica e poi negli uffici del commissariato Monteverde, diretto da Mario Viola, dove sono stati denunciati in stato di libertà per rispondere di atti osceni in luogo pubblico e contrari alla pubblica decenza.

    Aggiornamento a cura di Kati Irrente

    Il caso di Oristano

    Un nuovo caso di innamorati troppo focosi, beccati nel bel mezzo di una serata hard in piazza, davanti a tutti. Questa volta accade a Oristano, dove due ventenni sono stati denunciati dopo aver avuto un rapporto sessuale in pieno centro cittadino, nella piazza centrale, vicino alla torre di Mariano II. Il fatto è avvenuto lunedì sera: verso le due e mezza del mattino i due giovani, reduci da una serata ad alto tasso alcolico, si sono denudati e hanno iniziato la loro “performance” sulla giostra sita in piazza Roma: non c’erano molte persone, ma le poche che hanno assistito alla scena hanno preferito usare i cellulari per chiamare i carabinieri piuttosto che per fotografare o filmare i due amanti focosi. I due giovani sono stati così fermati e denunciati: una notte in caserma è servita a placare i bollenti spiriti.

    Quello di Oristano è l’ennesimo caso registrato di amanti troppo impazienti che si lasciano andare a performance amorose nel bel mezzo della strada. In città poi non è neanche il primo caso.

    Qualche settimana fa, come riporta l’Unione Sarda, un’altra coppia è stata beccata mentre erano impegnati in giochi erotici, in un angolo buio di via Parpaglia: i due sono stati spaventati da un’auto e si sono rivestiti prima dell’arrivo di altre persone.

    Su una spiaggia della Gallura invece una coppia ha iniziato a fare sesso a bordo di un gommone a pochi passi dagli ombrelloni: in questo caso si trattava di due uomini e i bagnanti non hanno atteso l’arrivo di agenti o poliziotti, inseguendo e aggredendo i due amanti.

    Sesso in confessionale: 3 mesi di carcere per una coppia di Cesena

    Sono stati beccate ovunque le coppie che decidono di trascorrere un momento di intimità in luoghi non proprio classici. A Milano in strada, a Firenze in Piazza Santa Croce e addirittura anche in confessionale. E’ proprio quest’ultimo caso quello che ha coinvolto una coppia di amanti di Cesena, che quattro anni fa sono stati sorpresi in atteggiamenti intimi in un confessionale della Cattedrale di Cesena.

    I due sono stati accusati di atti osceni in luogo pubblico e sono stati condannati a tre mesi di carcere, con la sospensione condizionale della pena.

    Il loro avvocato, Alessandro Sintucci, ha intenzione di ricorrere in appello, sostenendo che dall’esterno del confessionale non era possibile vedere nulla.

    Un’altra coppia a Milano. È la moda dell’estate?

    Anche a Milano una coppia è stata infatti sorpresa a fare sesso in strada per le vie del capoluogo meneghino. La coppia, una donna italiana di 36 anni e un cittadino tedesco di 27 anni, sono stati colti sul fatto mentre amoreggiavano davanti a un portone, sorpresi da una volante mentre era seduti su un gradino in via Settembrini in zona Stazione Centrale. A differenza di quanto accaduto a Firenze, in piazza Santa Croce, i due sono stati fermati e denunciati per atti osceni.

    La donna ha cercato di spiegare la situazione: “Ci spiace, ma ci ha travolto la passione“, ha detto la donna, residente in zona Centrale a Milano. Con lei un ragazzo, senza documenti al momento del fatto, che ha dichiarato di abitare a Bolzano: i due, colti da un impeto, si sono messi davanti al portone, a cavalcioni uno sopra l’altro.

    A notarli sono stati in tanti visto che erano le 19.45: un po’ di chiasso e agitazione e la polizia è intervenuta. La donna si è alzata di scatto, mentre l’uomo, ancora stordito, ha dovuto essere richiamato dagli agenti che lo hanno invitato a rivestirsi.

    Scandalo a Firenze, adolescenti fanno l’amore in piazza Santa Croce

    Firenze è una città romantica, che ispira all’amore, ma in questo caso si è andati un po’ oltre. Sabato sera due ragazzi stranieri, turisti, sono stati colti da un “raptus” in Santa Croce, dietro la statua di Dante, e hanno dato “sfogo” alla loro passione con un vero e proprio amplesso. Sdraiati per terra, in mezzo ai motorini, i due amanti non hanno fatto caso alla gente che si fermava, li riprendeva con il cellulare, scattava foto e rideva anche rumorosamente. La ressa era tale che anche Federico Bussolin, leghista fiorentino che si trovava da quelle parti con il consigliere comunale del Carroccio Mario Razzanelli, hanno visto la scena, mandando poi una foto via Twitter al sindaco di Firenze Matteo Renzi.

    Bussolin, 21 anni, ha raccontato di aver notato il capannello di gente. “Siamo sempre un po’ di mentalità sospettosa, e per questo ci siamo avvicinati. Ci saranno state circa venti persone che filmavano e fotografavano la scena. Come si evince dalla foto, facevano sesso”, spiega il leghista.

    I due esponenti della Lega hanno colto l’occasione per lanciare una forte critica al sindaco: piazza Santa Croce “una delle piazze più belle d’Italia, vanto e orgoglio di Firenze è diventata un bordello all’aperto”, dice Razzanelli che punta il dito contro l’amministrazione “impotente e incapace di fronte a quello che accade la sera nel centro in città”, visto che il tutto è avvenuto alle 22.30 e non a notte fonda.

    Razzanelli racconta che i due ragazzi erano stranieri, apparivano ubriachi o drogati: nessun amico li ha fermati, ma neanche qualche vigile, carabiniere o poliziotto.

    Nodo della discordia è quello che succede ai piedi della statua di Dante, padre della lingua italiana.

    Quando esplose il caso della droga nascosta nel basamento, mi venne da ridere: chiunque abbia vent’anni e passi da quel posto, si è visto offrire droga. Non è servito a nulla chiudere i locali, il degrado è generalizzato”, continua l’esponente leghista.

    L’attacco però vuole colpire in particolare il primo cittadino, troppo impegnato nella “personale carriera politica”, sottolinea Razzanelli. Non ha più tempo per governare Firenze secondo il consigliere comunale.

    Non è solo questo, a quanto pare: l’onorevole Gabriele Toccafondi del Pdl ha ammesso di essere rimasto sconvolto non tanto per il fatto in sé, visto che i due ragazzi erano “almeno ubriachi”, ma che nessuno sia intervenuto o abbia chiamato i vigili.

    Coppie sorprese per strada: un’antica moda?

    A Napoli nel 2009 ci furono molti episodi simili, con coppiette che si trovavano per strada ad amoreggiare.

    Il fenomeno venne battezzato “outdoor sex”: dai ragazzini che si appartavano sugli scogli del lungomare con tanto di video messi su Youtube, a giovani che si destreggiavano in strane posizioni sulle panchine cittadine.

    L’appuntamento preso sulla pagina di Facebook, l’incontro nella zona prescelta e una serata piccante anche con sconosciuti. Le denunce all’epoca riguardarono anche altre città, come Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta dove era il cimitero il luogo prediletto dalle coppiette.

    Anche all’estero però non mancano esempi del genere. Lo scorso anno il Sun beccò due ragazzi impegnati in attività amatorie in una pizzeria, mentre in Germania una coppia di Krefeld, nel Nordreno-Westfalia, non hanno resistito alla passione e si sono scatenati per strada.

    Non si contano i casi di ragazzi beccati in macchina, ben al di là di un semplice scambio di baci: una situazione comune a tutto il mondo che spesso provoca imbarazzo, con conseguenze non sempre divertenti per gli incauti.