Ilva, confermato il sequestro per bonificare gli impianti

Il tribunale del Riesame di Taranto, presieduto da Antonio Morelli, ha confermato il sequestro degli impianti dell'Ilva di Taranto, accogliendo la decisione presa precedentemente dal gip Patrizia Todisco nell'ambito dell'inchiesta della Procura della Repubblica sul presunto inquinamento ambientale. Il sequestro è finalizzato al risanamento dello stabilimento. Il collegio del Riesame ha nominato Bruno Ferrante (attuale presidente) custode e amministratore di aree e impianti. Sono stati scarcerati cinque dirigenti dell'Ilva (Marco Andelmi, Angelo Cavallo, Ivan Dimaggio, Salvatore De Felice e Salvatore D'Alò) mentre sono stati confermati i domiciliari al patron Emilio Riva, a suo figlio Nicola e all'ex dirigente dello stabilimento di Taranto, Luigi Capogrosso.

torna su
SCARICA L’APP NANOPRESS

Leggi gratis e dove vuoi tutte le news dal mondo in tempo reale

torna su
NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD