Bomba a Brindisi, morta una 16enne. Grave l'amica

Si chiama Melissa Bassi, la sedicenne che ha perso la vita nell'attentato davanti la scuola Falcone Morvillo di Brindisi.  Una seconda ragazza è da subito apparsa in gravi condizioni.  Ma la giovane, anche lei sedicenne, è ancora in vita. Altri otto sono feriti. Si tratta per lo più di studentesse dal momento che si tratta di un istituto professionale per i  servizi sociali.  Le due bombole di gas, con molta probabilità collocate ad un timer, erano  state disposte su un muretto vicino ad un cancello secondario della  scuola Morvillo Falcone di Brindisi.  Intanto a  Brindisi stanno arrivando sia gli uomini del Ros dei carabinieri  sia quelli del Servizio centrale operativo della polizia. Il capo dello Stato Giorgio Napolitano sta seguendo gli sviluppi delle indagini con  apprensione e partecipe vicinanza ai familiari della vittima, ai feriti e  all'intera collettività brindisina. Il ministro Cancellieri segue personalmente la vicenda, in contatto con il prefetto.  L'ex ministro della Pubblica istruzione, Beppe Fioroni, sollecita "una risposta coesa nella lotta al terrore" dopo "l'atto ignobile" dell'attentato davanti alla scuola di Brindisi.  La prima ragazza morta si chiamava Melissa Bassi, aveva 16 anni ed era nata a  Mesagne. 

Leggi tutto su fattidicronaca.it

comments powered by Disqus
SCARICA L’APP NANOPRESS

Leggi gratis e dove vuoi tutte le news dal mondo in tempo reale

NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD