Calcioscommesse, 5 le partite truccate. Masiello ammette l'autorete

Andrea Masiello, ex calciatore del Bari ed attualmente all'Atalanta, arrestato insieme ad altre persone coinvolte nella compravendita delle gare del Bari, ha rilasciato delle dichiarazioni.

Masiello ha ammesso di aver fatto un'autorete nel derby Bari-Lecce per cambiare il risultato e per avere un'occasione per guadagnare dei soldi in più. Infatti in questo modo il giocatore ha potuto ottenere il pagamento che gli era stato promesso.

Proprio a proposito del derby, si è parlato anche di un faccendiere che avrebbe messo in gioco 300.000 euro per convincere alcuni giocatori biancorossi a perdere. Gli inquirenti hanno scoperto tutto ciò analizzando anche i tabulati telefonici delle persone indagate.

L'elenco delle gare falsate è lungo e i coinvolti sono tanti, dagli ultras in su. Tra i calciatori ci sono, oltre a Masiello, il difensore del Bologna Portanova, il difensore del Torino Parisi, Bentivoglio, Marco Rossi, Ghezzal, Marco Esposito, Antonio Bellavista e Nicola Belmonte.

Le partite truccate da prendere in considerazione sarebbero cinque: Bari-Lecce, Bologna-Bari, Udinese-Bari, Bari-Genoa, Cesena-Bari. Tre appartengono allo scorso campionato e due a quello precedente.

Si tratta di una nuova fase dell'operazione che nei mesi scorsi ha visto come protagonisti altri esponenti del mondo del calcio. Questa volta gli indagati sono una ventina di persone, che hanno avuto a che fare con partite truccate e combine.

Il reato contestato è di associazione per delinquere finalizzata alla frode sportiva. La nuova inchiesta condotta a Bari ha portato all'arresto di tre persone. Oltre al calciatore Masiello, sono finiti in manette anche Giovanni Carella e Fabio Giacobbe, due amici di Masiello, accusati di collaborare nell'organizzazione.

In particolare per loro due l'accusa sarebbe relativa alla realizzazione di scommesse, effettuate anche a nome di Masiello. In totale nell'indagine si parla in particolare di nove partite dello scorso campionato di serie A, nelle quali sarebbe coinvolta anche la squadra di Bari.

Tra gli altri indagati ci sono anche altri soggetti in qualche modo riconducibili all'organizzazione, come Angelo Iacovelli, Nico De Tullio, Onofrio De Benedictis, Francesco De Napoli, Arianna Pinto, Giovanni Carella, Fabio Giacobbe, Victor Kondic, Leonardo Picci e Armand Caca.

Leggi tutto su fattidicronaca.it

comments powered by Disqus
SCARICA L’APP NANOPRESS

Leggi gratis e dove vuoi tutte le news dal mondo in tempo reale

NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD