Super Luna 2017, la notte del 3 dicembre tutti con naso all’insù

La notte del 3 dicembre ci sarà l'ultima super Luna del 2017, con il nostro satellite nel massimo del suo splendore: oltre a essere in perigeo, cioè nel punto della sua orbita più vicino alla Terra, sarà anche piena e quindi visibile a occhio nudo. Tempo permettendo, ci aspetta uno spettacolo incredibile; in caso di nuvole ci si potrà affidare al Virtual Telescope

da , il

    Super Luna 2017, la notte del 3 dicembre tutti con naso all’insù

    La notte del 3 dicembre tutti con il naso all’insù per ammirare la super Luna, l’ultima del 2017. Lo spettacolo si preannuncia grandioso: il nostro satellite non solo sarà in perigeo, cioè nel punto della sua orbita più vicino alla Terra, ma sarà anche piena. Si tratta della quarta super Luna dell’anno, ma le altre sono avvenute quando la Luna era nuova, cioè con l’emisfero visibile in ombra: ora invece sarà grande e luminosa in tutta la sua magnificenza e sarà possibile osservarla a occhio nudo, tempo permettendo. Se infatti il cielo non sarà troppo nuvoloso potremmo ammirare la super Luna senza l’aiuto di strumenti; in caso di maltempo ci si potrà affidare al Virtual Telescope Project che trasmetterà online le immagini in diretta.

    L’attesa per la super Luna terminerà tra le 16:47 in Italia, quando sarà in fase piena, e le 16.52, quando ci sarà il tramonto: la notte del 3 dicembre il nostro satellite sarà 7% più grande e il 16% più luminosa della norma.

    Il 4 dicembre alle 9:45 la Luna sarà in perigeo, trovandosi a 357.492 chilometri dalla Terra, a fronte di una distanza media di 382.900 km dal nostro pianeta: l’orbita lunare non è perfettamente circolare e quindi varia nel corso dell’anno, raggiungendo l’apogeo, cioè la massima distanza, il 19 dicembre, quando sarà a 406.603 chilometri.

    Lo spettacolo della super Luna in inverno ha da sempre affascinato l’uomo. I nativi americani la chiamavano “Luna fredda” o “Luna delle notti lunghe” per la vicinanza al solstizio d’inverno, mentre presso i popoli celtici era la “Luna prima di Yule”, da Yule che significa solstizio d’inverno. Chi dovesse perderla, non dovrà disperare. A inizio 2018 ci saranno due possibilità, il 2 e il 31 gennaio.