Come risparmiare acqua in casa: 15 regole per ridurre gli sprechi

I consigli e i suggerimenti degli esperti per non sprecare acqua contribuendo al benessere ecologico oltre che riceverne un guadagno economico. Il decalogo completo per risparmiare acqua evitando consumi superflui e alleggerire la bolletta

da , il

    risparmiare acqua

    Risparmiare acqua è un dovere civico. L’acqua è un bene tanto vitale quanto deperibile: lo dimostrano ogni anno le cronache estive che denunciano crisi idriche non solo nelle zone più povere del mondo, ma anche in affollati luoghi di villeggiatura del nostro Paese, senza contare la siccità che affligge oramai gran parte del pianeta. Imparare le regole per risparmiare acqua sarà essenziale per la sopravvivenza dell’uomo in un prossimo futuro, ed anche dei semplici accorgimenti che ci consentano di ridurre l’uso in casa possono aiutarci a preservare questa preziosa fonte di vita, senza contare che ne beneficia anche la bolletta di casa, il che non fa mai male. Ecco descritti sinteticamente i modi per non sprecare l’acqua in casa, consigli utili per imparare a consumarne solo il giusto necessario, senza ulteriori dispersioni.

    Chiudere il rubinetto per non sprecare acqua

    rubinetto

    Può sembrare banale dirlo, ma in cima alle regole su cosa è bene fare per risparmiare l’acqua c’è un uso ragionato e sensato del rubinetto. Molti infatti lasciano aperto il rubinetto anche quando non è necessario, ad esempio quando ci si rade oppure quando ci si lava i denti. Chiudere il flusso d’acqua nel momento in cui non serve tenerlo aperto è un piccolo gesto che a noi non costa nulla, ma che vale tantissimo in funzione della riduzione degli sprechi.

    Risparmiare acqua: fai la doccia

    doccia

    Continuando su questa falsariga, per risparmiare acqua è meglio fare la doccia invece del bagno: è stato calcolato che in media riempire la vasca comporta un consumo quattro volte maggiore rispetto alla doccia. Meglio non sprecare acqua con una doccia rapida, inoltre in questo modo si apprende anche come risparmiare acqua calda alleggerendo la bolletta dal punto di vista dei consumi.

    Come utilizzare la lavatrice e la lavastoviglie

    lavatrice

    Fare la lavatrice e la lavastoviglie solo a pieno carico è un ottimo metodo per risparmiare acqua. Se tenuti in buone condizioni, o se sono di classe A+, ovvero progettati per ridurre il consumo d’acqua, questi elettrodomestici funzionano ottimamente anche con metà delle dosi di detersivo segnalate nelle confezioni. Il prezzo d’acquisto forse sarà più elevato, ma il vantaggio in termini di risparmio energetico e durata ripagherà ampiamente l’esborso. Evitare anche lavaggi a temperature molto elevate.

    Cosa è bene fare per risparmiare acqua? Installare un riduttore

    riduttore

    Per non sprecare acqua installate un riduttore di flusso ai rubinetti di casa: in questo modo si innesca una miscela con l’aria che fa risparmiare fino al 30 per cento di acqua. Il costo non è eccessivo ed è un modo anche per insegnare il risparmio dell’acqua ai bambini, in modo che fin da piccoli si abituino a non disperdere inutilmente questo prezioso elemento naturale.

    Come lavare frutta e verdura risparmiando acqua

    frutta e verdura

    Apprendere come risparmiare l’acqua significa dover cambiare anche le abitudini che svolgiamo quotidianamente in cucina: ad esempio è molto importante lavare frutta e verdura in una bacinella, poiché aiuta a ridurre gli sprechi d’acqua. Si può utilizzare il medesimo accorgimento anche per lavare i piatti, usando l’acqua corrente solo per il risciacquo.

    Come riutilizzare l’acqua della pasta

    acqua cottura pasta

    Quante volte mangiamo pasta in una settimana? Parecchie, ma raramente pensiamo a come riutilizzare l’acqua di cottura, che invece si presta a molteplici riusi: può essere utilizzata per rendere meno densi quei condimenti preparati in casa, come brodo o impasto, ma anche al di fuori della cucina. Per risparmiare acqua in maniera intelligente si può infatti utilizzare quella della pasta per fare impacchi per capelli prima dello shampoo o per pediluvi.

    Regole per risparmiare acqua: il ferro da stiro

    stirare

    Tra i vari oggetti e strumenti di uso quotidiano, anche il ferro per la stiratura rientra legittimamente tra i molteplici modi per non sprecare l’acqua: per stirare la scelta migliore da fare è il ferro a vapore con il serbatoio ad acqua, che consente oltretutto di rinunciare alle sostanze come gli additivi, che inquinano e che non sono indispensabili.

    Risparmiare acqua con lo scarico del water

    Ecco come risparmiare acqua anche utilizzando sapientemente lo sciacquone del water: il migliore da installare è quello con scarico differenziato e doppio pulsante che riduce enormemente gli sprechi. Inoltre evitiamo di gettare spazzatura ed oggetti nel sanitario, poiché richiede una enorme mole d’acqua per espellerli. E invece chi utilizza uno sciacquone tradizionale come può risparmiare acqua? E’ presto detto: basta inserire una bottiglia all’interno dello sciacquone così da ridurne la portata, come nella foto.

    Il tritarifiuti va usato con parsimonia per risparmiare acqua

    tritarifiuti

    Un oggetto forse non di uso comune in tutte le abitazioni, ma in ogni caso abbastanza presente nelle nostre case,

    è il tritarifiuti: certamente a prima vista si tratta di uno strumento molto comodo, ma consuma davvero tanta acqua per eliminare la spazzatura. Meglio fare la raccolta differenziata o trasformare l’immondizia in compost per il giardino o per l’orto, che indirettamente diventa un’altra delle buone regole per risparmiare acqua.

    I modi per non sprecare acqua: la manutenzione

    manutenzione

    Una corretta manutenzione è essenziale per risparmiare acqua in casa ed evitare inutili dispersioni: è stato calcolato che un rubinetto che perde una goccia al secondo disperde in un anno circa 5000 litri, pertanto è bene fare controlli periodici ed evitare perdite nelle tubature, in modo da non sprecare acqua inutilmente.

    Il riutilizzo dell’acqua

    bacinella

    Troppe volte nella nostra quotidianità buttiamo via l’acqua ignorando che può essere riutilizzata in vari modi, ad esempio per l’innaffiamento delle piante: il modo migliore per non sprecare acqua è saperla sfruttare in maniera intelligente come in questo frangente. L’acqua utilizzata per lavare frutta e verdura non gettatela via, ma usatela per curare il vostro piccolo orto o giardino, o per le piante del terrazzo.

    Come innaffiare le piante per non sprecare acqua

    innaffiare

    Innaffiare le piante rappresenta un capitolo a parte nelle regole per risparmiare acqua: oltre ad apportare maggiori effetti benefici per gli stessi esemplari della flora, innaffiare le piante di sera permette di risparmiare acqua perché dopo il tramonto il processo di evaporazione è più lento.

    Il lavaggio auto risparmiando acqua

    lavare auto

    Tra i modi per non sprecare l’acqua c’è il lavaggio auto: meglio utilizzare il secchio e la spugna piuttosto che la pompa, il cui getto fa consumare molta più acqua. Ma poi, diciamo la verità: a che serve lavare l’auto, se non per la nostra vanità? A meno che non abbiate partecipato a un rally nel deserto, le volte in un anno in cui è necessario dare una risciacquata al proprio veicolo si contano davvero sulle dita di una mano.

    Risparmiare acqua con i climatizzatori

    climatizzatori

    Tra le varie forme di riutilizzo per non sprecare l’acqua vi è anche un coinvolgimento dei sistemi di raffreddamento e riscaldamento della nostra abitazione: la raccolta dell’acqua dei climatizzatori, proprio come per quella piovana, può essere riciclata anche in questo caso per altre attività come lavare l’auto e innaffiare il giardino.

    Installare un contatore dell’acqua in casa

    installare contatore

    In alcuni condomìni il contatore dell’acqua è centralizzato e i condòmini pagano una quota fissa annuale, ripartita in base alle persone che abitano i vari appartamenti. Un efficiente modo per non sprecare acqua in casa, portando oltretutto un significativo risparmio in bolletta, è indire una riunione di condominio finalizzata all’installazione di contatori dell’acqua in ogni singolo appartamento, così come avviene per i contatori del gas e della luce. Così ciascuno paga ciò che effettivamente consuma. Si sa, quando una spesa è fissa si è portati ad abusare di un servizio. Ma un contatore installato in ogni appartamento può responsabilizzare i condomini e indurli a voler risparmiare acqua (e soldi).