Notte di San Lorenzo Perseidi: dove ammirare il 10 agosto le stelle cadenti

Come ogni anno il 10 agosto giungono le Perseidi, le stelle cadenti che si ammirano in cielo la notte di San Lorenzo. Le mete ideali in Italia per ammirare le stelle cadenti, i luoghi privi di inquinamento luminoso per godere al meglio la vista notturna

da , il

    Notte di San Lorenzo Perseidi: dove ammirare il 10 agosto le stelle cadenti

    Nella notte di San Lorenzo le Perseidi rappresentano lo spettacolo più bello di tutto l’anno solare, l’appuntamento che tutti gli appassionati di astronomia, o semplicemente le coppie innamorate ansiose di affidare alle stelle cadenti i propri desideri, non vogliono perdersi per nessuna ragione al mondo: tuttavia la modernità ci ha donato accanto a tanti agi e comodità anche vari effetti collaterali, tra cui un inquinamento luminoso che rende più difficile la visione delle Perseidi il 10 agosto: fortunatamente esistono ancora luoghi abbastanza incontaminati, che vi consigliamo in questa nostra piccola guida intorno allo Stivale per la notte di San Lorenzo.

    Innanzitutto ricordiamo che cosa sono le Perseidi: quelle che definiamo nel linguaggio comune ‘stelle cadenti’ è invero uno uno sciame meteorico che la Terra attraversa durante il periodo estivo nel percorrere la sua orbita intorno al Sole. Questa pioggia di asteroidi provenienti dalla costellazione Perseo invero inizia già nel mese di luglio, e si protrae fin quasi la fine di agosto, ma ha il suo culmine proprio la notte di San Lorenzo il 10 agosto, con una media di circa un centinaio di scie luminose osservabili ad occhio nudo ogni ora: vediamo allora dove è meglio trovarsi per il cosiddetto star watching, ossia per ammirare lo spettacolo delle stelle cadenti in Italia, senza che altre fonti luminose disturbino il nostro sguardo rivolto all’universo.

    Dove vedere le Perseidi il 10 agosto

    Dove vedere le Perseidi il 10 agosto? Gli esperti consigliano non soltanto genericamente luoghi riparati da altre fonti luminose, ma offrono veri e propri suggerimenti in luoghi ‘certificati’ come l’area che circonda l’Hotel Castello di Petroia, un antico castello in collina situato tra Gubbio e Perugia, promosso e sponsorizzato da Astronomitaly, prima rete di turismo astronomico in Italia. Altri cieli promossi a pieni voti sono quello di Ossana nella Val di Sole, in Trentino, e nella zona di antichi siti etruschi a Caldana, provincia di Grosseto. Scendendo nel Meridione, tra i luoghi ancora incontaminati dall’inquinamento luminoso vi sono il Parco Nazionale della Sila e il Parco Archeologico di Elea-Velia nel Cilento, così come è considerato tra i migliori siti di osservazione della volta celeste Area 21 in Puglia, a 650 metri sul livello del mare.

    E per chi resta in città? A Milano ci sono il Planetario Hoepli in corso Venezia e i tetti della Galleria Vittorio Emanuele II, a 36 metri di altezza, che organizzano per il 10 agosto 2017 eventi ad hoc, così come a Roma il punto di ritrovo sono gli spazi dell’ex dogana nel quartiere di San Lorenzo, dove è stato allestito una casa temporanea in sostituzione del Planetario dell’Eur, attualmente chiuso. Le occasioni davvero non mancano per ammirare le Perseidi la notte di San Lorenzo del 10 agosto, al riparo dall’inquinamento luminoso dei nostri tempi.